Perché ci chiamiamo italiani? Molti ancora lo ignorano

di Marco Gregnanin

Spazzatura differenziata, Autonomia differenziata ma io vorrei aggiungere anche la cultura differenziata, morale differenziata e giacché ci siamo anche cervelli differenziati. Un esempio di quanto “questi differenziati” influiscano sul genere umano lo abbiamo quando qualcuno ritiene che una persona di colore chiaro sia diverso da un’altra di colore scuro, oppure, come spesso succede nel nostro “bel Paese”, la differenza tra italiani del Nord con quelli del Sud.

Ebbene prima di parlare di autonomie territoriali credo sia opportuno conoscere almeno ciò che si ha in comune come, ad esempio, il nome Italia.

Quanti connazionali del Nord sanno perché si chiamano italiani? E quanti del Sud ne sono a conoscenza? Proviamo comunque a dare qualche informazione a chi ne è interessato.

Non è facile asserire con certezza l’origine dell’etimologia “Italia” oggetto di approfonditi studi da parte di storici e linguisti.

1 Alcuni autorevoli studiosi ritengono che il nome derivi da quello di un re che si chiamava “Italo”. Altri, invece, ritengono che derivi da “Italòi”, nome utilizzato dai Greci per identificare un preciso territorio abitato da un popolo collocato all’estrema punta meridionale della penisola oggi conosciuta come Cirò in Calabria e che a quei tempi si definivano “Italioti”.

2 Altra ipotesi è quella che il nome Italia sia legato più ad una tradizione che a una radice lessicale vera e propria.

3 Altra possibile teoria è quella che collega il nome “Italia” al greco “Aithàleia”, che significa “ardente, fumosa, vulcanica e altri possibili sinonimi”. In effetti i greci conoscevano questa terra del Mediterraneo come la terra dei vulcani.

Il famoso viaggiatore Strabone ritiene che il termine Italia abbia la sua fonte, se pure in modo molto arzigogolato, in “navi bruciate”, in sostanza quel luogo dove le donne greche per non far partire i loro uomini incendiavano le navi alle foci del fiume Neto.

La stessa fonte è citata anche in alcuni documenti del 1500 che però indicano il nome Aethua, cioè l’isola vulcanica di Linosa . Una cosa certa è che tutti condividono l’idea che il nome Italia è nato nel Sud del “bel Paese” e che ha sempre riconosciuto il Meridione come originario e titolare di questo appellativo. Certamente la più ricca storia, cultura e tradizione del Mezzogiorno hanno molto influito per significare ricerche e conferme dell’origine del nome.

radionoff
radionoff
Articoli: 9825