Me ne frego…celodurismo…vaffa…quo vadis?

di asterisco

Sembra siano queste le parole chiave che hanno contraddistinto e caratterizzano ancora la politica nostrana. Un’innata violenza verbale che è l’antesignana di quella fisica con il risultato eloquente dello spettacolo indecoroso offerto ieri nell’aula di Montecitorio.

L’assuefazione mediatica a siffatte sceneggiate è stata ormai in questi ultimi anni una costante, risse verbali nei vari talk show in cui sguazzano figure impresentabili per il loro passato figlio di una cultura sconfitta dalla storia che dimostrano di ignorare, rivendicazioni meschine e ipocrite che, cosa strana, riemergono da un acquitrino melmoso e infetto.

Una corretta conoscenza della nostra Costituzione e a rigor di logica dei princìpi basilari di Educazione Civica basterebbe a far opera di bonifica tra i giovani. Invece le famose penne, siano esse nere, bianche o rosse ma tutte caratterizzate da logorroiche elucubrazioni pseudo culturali, diffondono in maniera virale i germi patogeni della violenza, alternandosi con sfacciato esibizionismo tra reti pubbliche e private!

È davvero questo tipo d’informazione che ci potrà far uscire dalle nebbie ideologiche del mondo contemporaneo?   

radionoff
radionoff
Articoli: 9825