Venezia in A: la città lagunare in festa

La serie B 2020/2021 ha decretato l’ultimo verdetto: il Venezia è promosso in serie A! I lagunari hanno vinto la “lotteria” dei play off raggiungendo, così, l’Empoli e la Salernitana promosse direttamente nella massima serie. Un cammino travolgente quello degli arancioneroverdi del giovane tecnico Paolo Zanetti di 38 anni e del patron americano Duncan Niederauer, nonostante lo scetticismo di molti addetti ai lavori ad inizio stagione. La squadra, nonostante i numerosi infortuni e diverse difficoltà, una volta raggiunta la zona playoff in classifica vi è rimasta stabilmente, chiudendo il campionato al quinto posto. Negli spareggi promozione ha superato prima il Chievo, poi il quotato Lecce nella doppia semifinale ed, infine, i corregionali del Cittadella nella doppia finale. Nella finale di andata, al “Tombolato” di Cittadella, il Venezia si era imposto per 1-0 grazie alla rete di Di Mariano. La finale di ritorno al “Penzo” è stata una partita “tirata” fino all’ultimo secondo ed in salita per i ragazzi di Zanetti: ospiti in vantaggio con Proia (25’) ed espulsione veneziana di Mazzocchi (36’). Più di metà gara in inferiorità numerica per i lagunari che, nella prima frazione della partita, hanno traballato ma sono riusciti a contenere le folate dei padovani. Finale incandescente tra le due squadre con i nervi a fior di pelle ma, il Venezia ha “gettato il cuore oltre l’ostacolo” siglando in pieno recupero il gol promozione con Bocalon (93’). Grazie al pareggio per 1-1 il Venezia è ritornato in serie A dopo 19 anni; l’ultimo campionato nella massima serie disputato dai lagunari risale alla stagione 2001/2002 chiusa con una mesta retrocessione. In questi ultimi venti anni i tifosi veneziani hanno vissuto più dolori che gioie: ben 3 fallimenti con conseguenti rifondazioni (2005, 2009 e 2015) e numerosi cambi al vertice; ora la proprietà è americana. Questa nuova società vuole riportare il “brand Venezia” agli antichi splendori considerando che, il Venezia ha disputato ben 23 campionati di serie A, occupando il 30° posto fra i club italiani con la maggiore tradizione sportiva ed il 40° nella classifica perpetua della massima serie. Una società lungimirante che vuole investire in una città splendida come Venezia, conosciuta ed apprezzata in tutto il mondo, creando un indotto sportivo ed economico di primo livello anche con la possibile realizzazione di uno stadio nuovo, moderno e polifunzionale, cercando di mantenere il Venezia in pianta stabile in serie A. Il sindaco, Luigi Brugnaro, ha commentato con queste parole la promozione: «Mi pare di tornare bambino, mi sembra di ricordare quando siamo andati in serie A, un’esperienza storica».  Il presidente, Duncan Niederauer, incitato dai tifosi per festeggiare, si è tuffato nel canale per celebrare quella che è un’impresa che rimarrà negli annali, con un futuro tutto da “scrivere”.  Bentornato Venezia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su