Un libro da leggere. “L’Amore Proibito” di Martina Pace. Video-intervista del direttore di Radionoff all’autrice

Il direttore di Radionoff, Luigi Pistone, intervista Martina Pace. È nata in un paese abruzzese. È laureata in Psicologia esperta in DSA, criminologia e scienze forensi. Sin da piccola ama trasferire su carta le proprie emozioni, prima con la poesia e ora attraverso i romanzi. La sua fonte d’ispirazione sono le proprie esperienze di vita quotidiane, accadimenti autobiografici. Quando scrive preferisce isolarsi dal mondo attraverso l’ausilio di un paio di cuffie e della buona musica che la ispira ad aprire l’anima. Ha scritto 13 libri, di cui uno è un audiolibro, e ha collaborato con i suoi scritti alla stesura di quattro antologie.

L’Amore Proibito

Bella e Valentina si incontrano per caso un giorno sul treno, da quel momento le loro vite cambieranno per sempre, rimarranno segnate l’una dall’altra come un cerchio che si chiude, in un giorno come tanti, continuano insieme a camminare sullo stesso frammento di strada, intrecciando le loro vite, le loro storie personali, in un concatenarsi di eventi che le fa riscoprire molto simili tra loro. Una storia d’amore tormentata e avvincente, una storia romantica e sentimentale che mette in evidenza l’amore e l’amicizia sotto tutte le loro sfaccettature, un amore puro che va oltre le flebili apparenze, oltre ogni confine, laddove non esistono “etichette” né compromessi, un amore incondizionato che scava a fondo nei meandri del cuore. A volte si entra nei cunicoli nascosti della mente umana, risvegliando le cicatrici del passato, e si rivivono emozioni che vengono autoindotte attraverso un tentativo di riprodurle con una sorta di autolesionismo e sottomissione. Ascoltiamo ora l’autrice Martina Pace intervistata dal direttore Luigi Pistone.

Torna su