Trasporti Potenza. Elezioni Rls azienda Trotta

Si sono svolte nella giornata di ieri mercoledì 26 maggio le elezioni per il rinnovo delle RLS nell’azienda Trotta che gestisce il trasporto pubblico nella città di Potenza. La Filt Cgil è risultata primo sindacato ottenendo oltre il 70% dei voti, mentre  Faisa e Uil hanno ottenuto il 12% e Ugl il 4%. “Una consultazione  con ampia convergenza di sigle sindacali e partecipazione di lavoratori – commenta il segretario generale della Filt Cgil Basilicata, Luigi Ditella – che hanno mostrato tutta l’attenzione al tema della sicurezza nonostante tutti i tentativi ostativi da parte dell’azienda. È la migliore risposta che i lavoratori potessero dare al sindacato, che da sempre denuncia inefficienza sul piano di esercizio e sulla sicurezza. Ora si apre una pagina nuova sul fronte mobilità in Basilicata. Gli annunci definiti epocali dell’assessore della Regione Basilicata su una rivoluzione nei trasporti – continua Ditella – si sono rilevati una sorta di scatola cinese con all’interno il nulla. Le scelte sui servizi aggiuntivi e sui piani estivi si sono rilevate un fallimento. Le gare proseguono senza che il sindacato venga mai convocato e il contratto,  nonostante i proclami fra Cotrab e Regione, non risulta firmato. Non vi è certezza  nemmeno sul pagamento dei debiti pregressi maturati nella precedente legislatura e ne consegue che i lavoratori continuano a non percepire gli stipendi. Necessita un cambio di rotta altrimenti unitariamente inizieremo una stagione di mobilitazione generale e un autunno caldissimo. Bisogna che il presidente Bardi  ci convochi immediatamente e ci spieghi come stanno realmente le cose. Sul fronte elezioni – conclude Ditella – crediamo che si debba persistere la strada dell’unità. La Filt Cgil non parteciperà più a elezioni di ogni genere se non condivise da tutti per non alimentare lo scontro in atto e perseguire la strada dell’unita sindacale per il bene solo ed esclusivo dei lavoratori. Ci aspetta un periodo difficile e ora più che mai serve l’unità per il bene dei lavoratori e il futuro del trasporto in questa regione”.

Torna su