Sequestrati beni per un mln di euro a imprenditore di Potenza

Nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “Sorpasso” su disposizione della Procura della Repubblica di Potenza, i Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Potenza, hanno dato esecuzione al decreto emesso dal locale Tribunale sezione Misure di Prevenzione sottoponendo a sequestro di prevenzione beni mobili, immobili, quote societarie e disponibilità finanziarie del valore complessivo di circa un milione di euro, nella disponibilità del noto imprenditore potentino Franco Valluzzi, operante nel settore del commercio di autoveicoli. L’imprenditore – secondo quanto evidenziato in un comunicato firmato dal Procuratore della Repubblica di Potenza, Francesco Curcio – è ritenuto “fiscalmente e socialmente pericoloso, nell’accezione prevista dal Codice antimafia”. L’uomo – si legge nella nota stampa – nel tempo aveva accumulato un debito fiscale di oltre 6 milioni di euro, relativo a imposte non pagate. Complessivamente, in esecuzione del decreto emesso dal Tribunale di Potenza – sono sottoposti a sequestro: una villa di notevole pregio situata a Pignola, vari rapporti finanziari, quote di partecipazione in due società di capitale, due interi compendi aziendali, l’intero parco macchine, costituito da molte decine di autovetture, per la maggior parte di grossa cilindrata, quali Audi, Bmw e Mercedes.

Torna su