Stramezzi: «Dopo vaccino paralisi, emorragie e trombosi»

“Noi sappiamo sin dai primi di gennaio, quando era stato approvato solo Pfizer, che ci sono stati casi con questi eventi avversi: trombocitopenia, pancitopenia, paralisi di Bell, problemi emorragici anche gravi, perdita di udito per ischemia monolaterale del nervo auditivo. Glielo posso dire con certezza, avendo molti colleghi che sin dai primi dell’anno riportavano nelle nostre chat casi di sanitari vaccinati con eventi avversi. Ma tutti questi casi non sono mai stati segnalati ad EMA”. Così il dottor Andrea Stramezzi nell’intervista rilasciata al quotidiano online ‘RomaIT’. Sempre più medici e operatori sanitari stanno testimoniando in merito ai danni da vaccini anti-covid ed è pericoloso che si voglia continuare a negare a tutti costi questa evidenza. Anche chi crede nei vaccini come mezzo di prevenzione dovrebbe avere tutto l’interesse a chiarire la questione. Al momento (dati aggiornati al 5 giugno) in Europa sono state depositate 13.867 segnalazioni di decessi temporalmente associati ai vaccini Anti-COVID-19. Si tratta di segnalazioni quasi totalmente spontanee, il che significa che il dato è molto inferiore alla realtà. Il silenzio della stampa generalista in merito è pesantissimo. Di questo numero di morti e danneggiati da vaccino che aumenta ogni giorno (QUI le segnalazioni spontanee USA, dati VAERS aggiornati all’11/06/21: siamo a 5993 morti – di cui 7 ragazzi tra i 12 e i 17 anni – e 4874 invalidità permanenti) sono moralmente responsabili tutti coloro che sanno ma tacciono: giornalisti, politici, medici, intellettuali e, purtroppo, anche ampie gerarchie del clero.

Torna su