Serie A: il “valzer” degli allenatori

Da pochi giorni si è concluso il campionato di serie A ma, tutte le società sono già a lavoro per programmare la prossima stagione. Il progetto tecnico di una squadra si basa in primis sulla scelta dell’allenatore e del suo staff, successivamente sulla “rosa” da allestire; il calciomercato estivo regala sempre grosse emozioni ai tifosi a partire dal consueto “valzer delle panchine”, nel dettaglio la situazione squadra per squadra.

Inter: Le strade dell’Inter neo campione e del suo allenatore Conte potrebbero separasi con un anno di anticipo dalla fine del contratto. La risoluzione consensuale tra le parti potrebbe arrivare a causa della difficile situazione finanziaria del club con conseguente ridimensionamento della rosa dei calciatori e degli stipendi dei tesserati. Conte ha chiesto al presidente Zhang di confermare tutti i “big” ma, la necessità di ottenere un saldo di mercato con 70-80 milioni di attivo, porterebbe alla cessione di almeno un giocatore di prima fascia. Visioni diverse tra le parti, questa sarebbe la causa della chiusura del rapporto che a quanto risulta avverrebbe senza screzi particolari. Possibili “sirene” inglesi (Tottenham su tutte) per il tecnico salentino?

Juventus: Andrea Pirlo non ha avuto ancora nessuna certezza di riconferma da parte della società bianconera. Il tecnico, dopo la conquista di un posto nella prossima Champions League e le vittorie della Coppa Italia e Supercoppa Italiana, deve fare i conti con il “fantasma” di un ex allenatore juventino, Massimiliano Allegri che, a distanza di anni conserva un ottimo rapporto col presidente Agnelli. Se ne saprà di più dopo l’assemblea degli azionisti Exor del 27 maggio.

Milan: Stefano Pioli, dopo la buona stagione appena conlclusa, è certo della riconferma per il prossimo campionato. Il suo contratto in scadenza nel 2022 potrebbe essere prolungato.

Atalanta: Gasperini rimarrà a Bergamo per il sesto anno di fila dopo aver centrato la terza qualificazione consecutiva in Champions League. Il contratto del tecnico atalantino scade nel 2023, il presidente orobico Percassi vorrebbe prolungarlo fino al 2024.

Napoli: in casa partenopea la delusione per la mancata qualificazione in Champions League è ancora tanta. Il patron De Laurentiis, dopo aver esonerato Gattuso, starebbe pensando a Luciano Spalletti come suo successore; il tecnico toscano non avrebbe problemi ad allenare una squadra senza la Champions. Le suggestioni Allegri e Sergio Conceicao sembrano ormai lontane.

Lazio: “Prove tecniche” di riconferma tra Simone Inzaghi ed il presidente Claudio Lotito. L’allenatore già da tempo si è detto pronto a rinnovare, da vedere se questa firma tanto attesa arriverà in tempi brevi o se ci saranno colpi di scena.

Roma: La società giallorossa lo scorso 4 maggio ha annunciato il nuovo allenatore: Josè Mourinho (ex Inter) che, sostituirà un altro tecnico portoghese, Paulo Fonseca, che lascia la Roma dopo due stagioni.

Sampdoria: Claudio Ranieri ha annunciato a sorpresa di voler concludere la sua avventura in  blucerchiato. Questa decisione ha colto la società di sorpresa, costringendola a guardarsi intorno; è forte la tentazione di un ritorno di Giampaolo che, alla Samp, per tre stagioni ha ottenuto buoni risultati.

Sassuolo: dopo l’addio di De Zerbi “volato” in Ucraina allo Shakthar Donetsk, la società neroverde starebbe sondando il terreno per i tecnici Marco Giampaolo e Vincenzo Italiano.

Genoa: sembra molto vicina la riconferma di Ballardini; nei prossimi giorni ci sarà un incontro con il presidente Preziosi per delineare i dettagli.

Fiorentina: gran primo colpo di mercato per la “viola”: Rino Gattuso è il nuovo allenatore. Per l’ex centrocampista della Nazionale subito un’occasione per riscattarsi dopo il cocente esonero napoletano; sostituirà Beppe Iachini.

Bologna: salvezza tranquilla per i rossoblu grazie all’ottimo lavoro del tecnico Mihajlovic; il serbo ha il contratto in scadenza nel 2023 e, salvo offerte importanti, dovrebbe rimanere nel capoluogo emiliano.

Cagliari: incontro positivo tra il presidente Giuliani ed il tecnico Leonardo Semplici artefice della salvezza rossoblu. Il tecnico rimarrà in Sardegna e dovrebbe prolungare il contratto in scadenza nel 2022.

Verona: dopo due stagioni positive, sembra finita l’era di Ivan Juric nella città di Romeo e Giulietta. La società avrebbe voluto riconfermare il tecnico croato che, invece, sembra interessato dal corteggiamento del Torino. In corsa per la successione Italiano, Maran e Stroppa.

Udinese: sembra già decisa la separazione tra la società friulana ed il tecnico Gotti. Ai bianconeri piace molto Paolo Zanetti che potrebbe arrivare in A col Venezia dopo la finale playoff.

Torino: nonostante la sofferta salvezza, Davide Nicola non sarà più sulla panchina del Toro. Pronto un triennale da 2 milioni di euro a stagione ad Ivan Juric.

Spezia: due anni d’oro in Liguria per Vincenzo Italiano (promozione dalla B alla A e salvezza in massima serie); i bianconeri vogliono riconfermarlo ma il tecnico è richiestissimo sul mercato; nei prossimi giorni valuterà le offerte e prenderà una decisione.

Empoli: dopo aver dominato la serie B, l’Empoli è pronto a riconfermare anche in A l’artefice della cavalcata vincente: Alessio Dionisi.

Salernitana: la società campana è ritornata in A dopo 23 anni e ripartirà dal condottiero che ha conquistato questa sorprendente promozione: Fabrizio Castori.

Venezia o Cittadella ? La ventesima squadra che parteciperà alla prossima serie A sarà la vincente della finale playoff tra lagunari e padovani.

Torna su