Regione Basilicata. J’accuse per l’assessore Merra

“C’è voluto un nuovo dirigente all’Ufficio “Politiche integrate per la sicurezza, i controlli e la prevenzione sismica” per capire che per gli interventi cosiddetti di “minore rilevanza nei riguardi della pubblica incolumità, ai fini dell’avvio dei lavori, era necessario, banalmente, applicare il DPR 380/01. Per l’assessore Merra sembra invece una conquista epocale. A nulla sono valsi i nostri ripetuti richiami all’ovvio nell’interpretare il sentimento di imprese e professionisti che, alle prese con il cosiddetto bonus 110, imploravano la Regione di snellire, velocizzare, dare risposte concrete ad un settore particolarmente colpito dalla crisi degli anni passati”. È quanto dichiara il Capogruppo regionale del Partito Democratico Roberto Cifarelli.
“Abbiamo dovuto finanche approvare la Legge Regionale n. 38 del 2020 che nel recepire le semplificazioni introdotte dal D.P.R. 380 del 2001, modificava la Legge Regionale di riferimento, la n. 38 del 1997.
Pertanto – conclude Roberto Cifarelli – la circolare va incontro alle esigenze di un settore strategico per l’economia lucana. Bene hanno fatto quindi gli uffici del Dipartimento a sbloccare una vicenda che spesso contemplava procedure sine die. E’ curioso però che la circolare applicativa sia stata trasmessa in pieno azzeramento della Giunta e, quindi, in mancanza dell’Assessora di riferimento. Viene da pensare che di taluni amministratori si può fare benissimo a meno. Dal canto nostro spiace rilevare che per fare una cosa semplice ed evidente e sotto gli occhi di tutti (tranne che a quelli dell’Assessora Merra) abbiamo dovuto aspettare anni”.

Default image
radionoff
Articles: 7001