Potenza. PA e disuguaglianze sociali

“La Pubblica amministrazione svolge un ruolo chiave nell’azione di contrasto alle disuguaglianze sociali, nella tutela e nella promozione del benessere sociale dei suoi cittadini”. E’ quanto afferma l’assessore alle Politiche sociali, Fernando Picerno, nel comunicare, “con soddisfazione, che nella giornata odierna, 10 settembre 2021, in occasione della XIV Conferenza ESPAnet Italia 2021, viene presentato lo studio condotto da dottoressa Marilene Ambroselli, P.O. assistente sociale dell’Unità di Direzione Servizi alla persona del Comune di Potenza, unitamente a Carmela Corleto, assistente sociale e dottore in Ricerca Sociale Teorica e Applicata. La Conferenza che avrà per tema: ‘Covid e politiche di welfare in Italia: effetti emergenti e dinamiche di cambiamento’, si propone di offrire un’approfondita analisi delle politiche di welfare in Italia dall’inizio della pandemia in risposta all’emersione di nuovi bisogni e alla necessità di conseguenti e rinnovati interventi. Ciò al fine di contribuire ad accrescere la consapevolezza della rilevanza del campo di ricerca delle Politiche Sociali promuovendone il dibattito interdisciplinare. Le misure di contrasto all’emergenza sanitaria da COVID-19 hanno mostrato, ancora più esplicitamente, la forte domanda di protezione sociale, che ha principalmente coinvolto le fasce di popolazione che già vivevano in condizioni di bisogno, di povertà, di isolamento o malattia. A essi si sono aggiunti numerosi cittadini che stanno affrontando difficoltà gravi e inaspettate. Nel periodo di emergenza Covid-19 – prosegue l’assessore Picerno – l’Amministrazione comunale tutta e il Servizio sociale in particolare, sono stati impegnati in prima linea nell’attuare risposte a situazioni emergenziali e nello sviluppo di  comunità solidali. In tal senso il Progetto ‘Potenza Solidale’, realizzato dal Servizio sociale, è stata una risposta importante dell’Amministrazione comunale nella situazione emergenziale, che ha portato alla creazione di una rete di risorse gratuite, messe a disposizione da soggetti del privato sociale e del privato economico a supporto delle famiglie più in difficoltà. Con tale progetto il servizio sociale con i suoi professionisti ha dimostrato di saper fronteggiare le situazioni di criticità e di reagire alle medesime trasformando la crisi in un’opportunità. A un anno di distanza dall’inizio della pandemia è nato spontaneo tra gli amministratori e gli operatori interrogarsi su quanto accaduto, sul ruolo del servizio sociale e cosa quest’ultimo rappresenti per la comunità. Lo studio condotto da Marilene Ambroselli e dalla Carmela Corleto ha fotografato la riorganizzazione di politiche e di interventi di welfarenell’emergenza Covid-19 realizzata nel territorio comunale e raccolto le testimonianze degli operatori del servizio sociale coinvolti. La condivisione in un contesto nazionale di tale studio, dal titolo “Il servizio sociale e il suo ‘momento fenice’. L’esperienza di Potenza solidale”, offre un riconoscimento importante dell’intenso lavoro svolto da questa Amministrazione, anche in termini di collaborazione sussidiaria con i diversi soggetti presenti sul territorio. Ringrazio l’ufficio dei Servizi sociali e tutti i soggetti che, a vario titolo, hanno collaborato con l’Amministrazione comunale mettendo a disposizione le proprie risorse e capacità” conclude Picerno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su