Potenza Calcio: Macchia si presenta al popolo rossoblu!

In una assolata mattina di metà giugno, sul manto sintetico dello stadio “Viviani” del capoluogo lucano, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della nuova società del Potenza Calcio. Si parla di un progetto sportivo a medio-lungo termine. A fare gli onori di casa sono stati: il neo presidente rossoblu, Donato Macchia che detiene l’80% delle quote rossoblu, il vice presidente  Angelo Chiorazzo e Laviero Cammarota, esponente dell’Associazione Potenza 1919, la quale dispone del 5% delle quote. Assente, per motivi di lavoro, il futuro presidente onorario Salvatore Caiata con il restante 15% di quote. Macchia, visibilmente emozionato, ha subito rotto il ghiaccio svelando alla piazza rossoblu i nomi del direttore sportivo e dell’allenatore. Natino Varrà, come si vociferava in città da alcuni giorni, ricoprirà il ruolo di direttore sportivo; il quarantacinquenne di Rosarno, negli ultimi quattro anni è stato il braccio destro di Pasquale Foggia a Benevento. In precedenza ha fatto la “gavetta” in Eccellenza a Locri ed in serie D a Castrovillari. Il neo allenatore sarà Sebastiano Siviglia, ex calciatore di serie A e B, che ha indossato le maglie di Lazio, Verona, Parma, Roma e Lecce. Da allenatore, invece, ha esordito nel Monterotondo (serie D), per poi successivamente guidare le formazioni Primavera di Nocerina, Lazio, Ternana e Lecce. L’intento della società potentina è quello di far crescere e valorizzare i giovani calciatori lucani e non, con la costruzione di una “Cittadella dello sport” che funga da “cantera rossoblu”. Siviglia, in tal senso, sembrerebbe l’allenatore ideale in quanto abituato a lavorare e valorizzare i giovani. Per la “Cittadella dello sport”, la società sarebbe disposta a stanziare circa 10 milioni di euro, costruendo una struttura alberghiera ed i campi di allenamento su una superficie di almeno 10 ettari. La struttura dovrebbe sorgere nel capoluogo con l’obiettivo di attirare tutti i giovani lucani, seguendo lo slogan di “Potenza-città regione”, come polo attrattivo dal punto di vista sportivo e dei servizi. Patron Macchia ha già intavolato alcune trattative con il Comune di Potenza chiedendo alcune migliorie minime per il “Viviani” prima dell’inizio del campionato, al fine di rendere lo stadio cittadino più fruibile e pulito agli sportivi potentini. Nei locali sottostanti le tribune verranno costruite una palestra ed uno spazio fisioterapico per la prima squadra. Il progetto a medio lungo termine di riqualificazione del catino rossoblu, invece, porterebbe ad un aumento dei posti a sedere dagli attuali 5000 a 12000 per poter ambire a disputare le serie superiori ed organizzare eventi extra-calcistici; un nuovo concetto di stadio, più moderno e con diverse funzioni a disposizione della collettività. Per programmare un presente ed un futuro roseo e ricco di soddisfazioni al leone rampante, Macchia ha ribadito la necessità di creare una società seria e solida in maniera tale da essere rispettata a livello nazionale. Il neo presidente ha chiesto pazienza e vicinanza alla tifoseria, alla stampa ed a tutte le componenti che ruotano intorno al Potenza Calcio, promettendo un campionato dignitoso. Il ritiro estivo si svolgerà al Giubileo Hotel, a pochi chilometri dalla città, intorno alla metà di luglio; è stata scelta una struttura locale per incentivare l’economia lucana. Nei prossimi giorni verranno completate le pratiche per l’iscrizione al campionato e ci sarà la presentazione dello staff tecnico rossoblu. La stagione 2022/2023 per il Potenza targato Macchia è iniziata! 

Immagine predefinita
Nicola Cirigliano
Articoli: 99