Pessolano (Azione): «Dai sindacati un grido d’allarme sulla Sanità lucana da non sottovalutare»

Sulla Sanità territoriale in primis, e sull’intero sistema Salute, in Basilicata va fatta molta chiarezza, lo sosteniamo ormai da tempo”. Così dichiara il segretario regionale di Azione, Donato Pessolano, oggi a Roma per l’evento nazionale di Azione proprio sulla Sanità. “Le ultime dichiarazioni delle maggiori organizzazioni sindacali rappresentative del settore – sostiene Pessolano – mettono ancora una volta in guardia sull’annosa carenza di medici, sulla necessaria stabilizzazione dei precari Covid – da troppo tempo annunciata ma mai effettuata- e sulla situazione finanziaria di ASP e ASM. Proprio su quest’ultimo aspetto la Giunta regionale deve dare risposte precise ed esaustive e chiarire quale sia la vera condizione di salute delle due principali aziende territoriali. La questione “bilanci” e “riparto del FSR” sono tematiche da far alzare di molto l’allarme sulla tenuta dell’intero sistema finanziario della regione. Serve un’operazione trasparenza che dia certezze ai cittadini lucani e agli operatori sanitari”.

“Nell’attesa, ormai lunga, di poter leggere il Piano Sanitario Regionale – conclude Pessolano – chiediamo che la Regione Basilicata si attivi non solo nel dare risposte alle diverse sollecitazioni che provengono dalle organizzazioni sindacali, così come dalla sanità privata, e soprattutto dai cittadini che chiedono solo di poter avere un sistema moderno ed efficiente di cura e assistenza, ma anche di dare alle aziende sanitarie una nuova governance competente, che sia all’altezza della situazione e scevra da qualsiasi ingombro in modo che ogni eventuale scelta sia di fatto coerente con i tanto evocati principi di etica ed estetica, e al contempo che sia in grado di esprimere competenza e capacità di affrontare le sfide complesse che si aprono nell’era post Covid”.

radionoff
radionoff
Articoli: 8974