Perrino replica a Merra su studentato a Matera

di Gianni Perrino, consigliere regionale dell’M5S di Basilicata

È davvero difficile rispondere alle dichiarazioni dell’Assessore Merra sul ritardo dei lavori di completamento dello studentato di Matera. “Basterebbe chiedere” – ha affermato la Merra con la solita risposta stizzita a cui ci ha abituati in questa legislatura del cambiamento in peggio. Chiedere è quello che abbiamo fatto nel settembre 2019 con un’interrogazione alla quale, dopo quasi due anni, non si è degnata di rispondere. Chiedere è quello che abbiamo fatto qualche giorno fa attraverso una istanza di accesso agli atti all’ufficio competente per visionare tutta la documentazione sui lavori che interessano lo studentato. Se non avessi interrogato per l’ennesima volta l’assessore Merra, chissà se e quando i cittadini materani avrebbero saputo che il contratto con la ditta appaltatrice per la realizzazione dello studentato è stato rescisso e quindi i lavori risultano definitivamente bloccati. Quando mi si chiede di informarmi, esattamente, che cosa si intende? L’interrogazione a che cosa servirebbe secondo questo genio del governo lucano? Davvero incredibile! Piuttosto si adoperi per rispondere puntualmente alle domande poste dal sottoscritto, insomma mi informi per bene ed informi i cittadini lucani su quali saranno i prossimi passi per riprendere i lavori e portarli a termine nel più breve tempo possibile. E, possibilmente, lo faccia con una risposta ufficiale e non con un semplice e borioso comunicato stampa.

Torna su