Mestieranti della politica…tra under dog… vittime e… pistoleri

di asterisco

Nella patria dei fondatori della dottrina politica, Machiavelli e Guicciardini, è deprimente assistere alle giravolte megagalattiche di chi ha avuto, sebbene da una minoranza che diventa maggioranza alla bisogna, il mandato di governare. Scoprire quotidianamente cosa significhi avere responsabilità nella cosa pubblica è ben diverso dal rifugiarsi in un familismo protettivo, per nulla giustificabile, e che diventa fastidioso nella misura in cui i fatti stessi lo evidenziano in maniera eloquente.

Se alle tante parole non seguono azioni politiche reali, qualcosa evidentemente non quadra. La tanto affermata non ricattabilità a cosa si riferisce nei fatti? La visione politica globale quali riscontri ha fino a oggi prodotto? Rispolverare le solite antinomie tra destra e sinistra diventa fin troppo comodo da parte di chi era fautrice del fare! Sembra piuttosto l’uovo di Colombo, laddove i grossi problemi che la moderna società presenta richiederebbero ben altra prospettiva politica.

Viene spontaneo chiedere alla nostra Capatrena, vista la responsabilità che le è stata conferita dal mandato parlamentare, in ossequio al “particulare” di guicciardiniana memoria, intende risolvere i problemi del paese Italia o di una sempre più futuribile Europa?  Diversamente la morale della famosa favola di Esopo “ La volpe e l’uva” le si adatterebbe a pennello!

radionoff
radionoff
Articoli: 9798