«La campagna vaccinale sta entrando nella sua fase decisiva. Il centro vaccinale di Potenza allestito nelle tensostrutture donate dal Qatar è oramai saturo di domande e prenotazioni, il rischio “collasso” e rallentamento delle operazioni è dietro l’angolo»

“Potenza e i comuni dell’hinterland non possono permettersi uno stop che rischierebbe di compromettere l’intera campagna vaccinale. A questo proposito – scrivono in una nota i consiglieri comunali di centrosinistra Bianca Andretta, Angela Blasi, Roberto Falotico, Francesco Flore, Angela Fuggetta, Rocco Pergola, Pierluigi Smaldone e Vincenzo Telesca -, già da diversi giorni abbiamo sollecitato (insieme alle forze di maggioranza) la giunta regionale e l’assessore alla Sanità affinché valutassero seriamente l’opportunità di aprire almeno un altro punto vaccinale. Le strutture disponibili e facilmente attrezzabili sono due: la palestra di Via Roma e il Palabasento di Lavangone (soluzione che sarebbe particolarmente gradita perché la struttura si trova in una posizione facilmente raggiungibile dai comuni dell’area nord-est della regione). Insomma – concludono – Bardi e Leone facciano presto, non c’è un minuto da perdere. È in gioco il diritto alla Salute dei cittadini lucani”.

Torna su