Il Potenza fa suo il derby: battuto il Picerno 1 a 0

Allo stadio “Viviani” del capoluogo lucano va in scena il derby Potenza-Picerno valevole per la trentaduesima giornata del campionato di serie C. Questo derby rappresenta, sostanzialmente, la sfida tra le due massime espressioni del calcio lucano in questi ultimi anni di professionismo. 

Il Potenza, quindicesimo con 37 punti, è reduce dal pareggio esterno a Catania (0-0) ed è alla ricerca di punti salvezza per allontanarsi dalla zona playout. Il Picerno, quarto con 54 punti, è, invece, lanciatissimo nelle zone nobili della classifica ed arriva al “Viviani” dopo la roboante vittoria casalinga per 5-1 sul Monterosi. Stagioni diametralmente opposte per le lucane: il Potenza, partito ad inizio campionato con l’obiettivo di posizionarsi tra le prime 5 della graduatoria, si trova, dopo un campionato altalenante, a doversi “sudare” la salvezza; il Picerno, al contrario, aveva inizialmente l’intento di disputare un campionato tranquillo e, si trova, invece, a lottare per le primissime posizioni del raggruppamento grazie ad una serie incredibile di risultati positivi e ad un gioco spumeggiante. 

All’andata al “Curcio” si impose il Picerno 3-1: (De Cristofaro, Murano e Ceccarelli in gol per i melandrini; Caturano per i potentini).

Mister Marchionni dispone il Potenza con il 3-5-2: Alastra tra i pali, Sbraga, Armini e Maddaloni a comporre il pacchetto difensivo. Sulla mediana del campo Saporiti, Candellori e  Castorani con Hadziosmanovic sulla corsia destra e Pace sulla sinistra. In attacco la coppia Caturano-Volpe.

Mister Longo risponde con il 4-4-2: Summa in porta, Pagliai, Biasiol, Guerra e Cadili in difesa. A centrocampo: Albertini, Pitarresi, Esposito e Gallo. Tandem d’attacco: Albadoro-Murano.

Il primo guizzo della partita è di marca melandrina al 14’ con l’ex di turno Murano che dal limite dell’area calcia di destro ma la sfera si alza di poco sopra la traversa.

Al 16’ il Potenza sblocca la gara: dagli sviluppi di un corner, dopo un batti e ribatti nell’area ospite, Armini incorna di testa con forza un pallone vagante che sembrava perso, insaccando alle spalle di Summa, il quale tocca il pallone ma non basta per evitare l’1-0 per i leoni. 

Al 33’ il Picerno va vicino al pareggio ancora con l’ex Murano che si invola sulla fascia destra, si accentra in area e, a tu per tu con Alastra, lascia partire un diagonale che si stampa sul palo. Al 41’ dagli sviluppi di un corner Sbraga ci prova da fuori area ma il suo rasoterra è facile preda di Summa. Al 43’ ancora il Picerno si rende pericoloso: Esposito dai trenta metri tira improvvisamente ma il pallone sbatte sulla traversa e termina fuori ad Alastra battuto. Dopo un minuto di recupero le squadre rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 1-0 per il Potenza. Nella ripresa si attende una reazione della squadra melandrina ma il Potenza riesce a gestire il risultato senza troppi affanni, anzi, andando vicino al raddoppio in alcune situazioni. Al 55’ bella giocata di Saporiti sulla destra col suo cross velenoso in area che costringe Summa a smanacciare in angolo. Al 57’ ancora Esposito ci prova per gli ospiti da fuori area ma Alastra blocca senza problemi.

Al 75’ è ancora Saporiti a rendersi pericoloso: dagli sviluppi di un corner il centrocampista rossoblu tenta un insidioso sinistro dal limite dell’area ma Summa è attento e devia in angolo. Sempre da un’azione da calcio d’angolo il Potenza troverebbe il raddoppio con Caturano (81’) lesto a ribadire in rete di testa dopo la traversa di Armini, sempre di testa, ma l’arbitro annulla, avendo pescato in netto fuorigioco il capitano dei leoni rossoblu.

Dopo 5 minuti di recupero il triplice fischio finale sancisce la vittoria del Potenza per 1-0. Gli oltre 3300 tifosi rossoblu presenti al “Viviani” possono festeggiare una vittoria importante in chiave salvezza, tre punti di platino che proiettano il Potenza a quota 40,  in quattordicesima posizione, con l’obiettivo minimo stagionale sempre più vicino. A sei giornate dal termine, con ancora 18 punti a disposizione, il Potenza può anche sperare di agguantare un posto nei playoff.

Il Picerno nonostante la battuta d’arresto nel derby rimane saldamente in solitaria al quarto posto.

Nel prossimo turno il Potenza affronterà in trasferta il Cerignola dell’ex Raffaele, mentre il Picerno ospiterà al “Curcio” il Latina.

Il Tabellino 

Potenza (3-5-2): Alastra, Sbraga, Armini, Maddaloni, Hadziosmanovic, Candellori, Castorani (83’Steffè), Saporiti, Pace (46’ Burgio),Volpe (87’Di Grazia), Caturano. 

A disposizione: Iacovino, Cucchietti, Marchisano, Rossetti, Maisto, Verrengia, Mazzeo, Spaltro, Paura, Histrov, Petti, Asencio. All. Marchionni.

Picerno (4-4-2): Summa, Pagliai (85’ Petito), Pitarresi (72’Ciko), Gallo, Esposito, Albertini (61’ D’Agostino), Biasiol, Guerra (72’ Novella), Cadili, Albadoro (61’ Maiorino),Murano. 

A disposizione: Merelli, Lentini,,Allegretto, Gilli, Savarese. All. Longo.

Marcatori: 16’Armini (Pz)

Arbitro: Caldera di Como 

Assistenti: Giuggioli di Grosseto e Ravera di Lodi 

Quarto ufficiale: Mbei di Cuneo 

Spettatori: 3347 con un incasso di 36 809,50 €

Angoli: 8-4 

Recupero: 1’ pt, 5’ st

Nicola Cirigliano
Nicola Cirigliano
Articoli: 164