Giornata Mondiale dell’Acqua

Sensibilizzare le generazioni future per la salvaguardia della risorsa idrica.

Si è conclusa l’iniziativa lanciata da Acquedotto Lucano il 22 marzo 2021 in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day) istituita dall’ONU, per sensibilizzare e promuovere azioni di tutela della risorsa idrica. Il tema centrale della celebrazione di quest’anno è “Valuing Water”, cioè “Valorizzare l’acqua”, e sensibilizzare l’umanità all’uso consapevole della risorsa idrica, bene inestimabile per l’intera umanità. Acquedotto Lucano per l’occasione, con la condivisione dell’Ufficio Scolastico Regionale, dell’Egrib e della Regione Basilicata, ha voluto lanciare una sfida attraverso la partecipazione delle scolaresche degli istituti di scuola primaria e secondaria di I grado di tutto il territorio regionale al contest #ediocosafaccio?L’obiettivo è stato quello di stimolare la creatività dei più giovani che rappresentano il futuro e realizzare un proficuo momento di riflessione sul valore dell’acqua e sulle azioni che si possono compiere per tutelarla. La salvaguardia della risorsa idrica è una necessità che obbliga tutti, a partire proprio dai cittadini più piccoli, ad un uso consapevole di essa. Delle rappresentazioni e dei racconti prodotti dai ragazzi, comprese anche quelli riportati in formato digitale, è stato realizzato un libro donato questa mattina agli istituiti scolastici che hanno aderito all’iniziativa, tra cui l’Istituto Comprensivo “Torraca-Bonaventura” e l’Istituto Comprensivo “A. Busciolano”, dove si è tenuto l’evento conclusivo.  “Con entusiasmo ho colto l’ampia partecipazione delle scolaresche all’iniziativa di Acquedotto Lucano #ediocosafaccio?” – afferma Giandomenico Marchese, Amministratore Unico di Acquedotto Lucano. E’ importante sensibilizzare soprattutto le giovani generazioni su un tema importante e strategico quale quello dell’acqua. Abbiamo voluto raccogliere l’impegno degli studenti in un libro al cui interno si rivela la semplicità, la fantasia e la determinazione attraverso cui si riescono a compiere le imprese più ardue, come quella di salvare e tutelare l’acqua per un futuro migliore e sostenibile. Ringrazio, innanzitutto i ragazzi – prosegue Marchese- che hanno reso possibile la realizzazione dell’iniziativa fornendo l’occasione per un proficuo confronto sul tema e, ringrazio l’Ufficio Scolastico Regionale, l’Egrib e la Regione Basilicata per aver supportato il gestore nel progetto. L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito di altri progetti già in corso con altri istituti del territorio, segna la continuità del rapporto tra il gestore e le Istituzioni scolastiche rispetto al quale si auspica una sempre maggiore ed incisiva azione di divulgazione del tema relativo alla sostenibilità ambientale”. “L’Ufficio Scolastico Regionale – afferma la Dirigente  Leonarda Santeramo – coglie con entusiasmo l’adesione di molti istituti scolastici della Regione Basilicata all’iniziativa lanciata da Acquedotto Lucano. La realizzazione del book è rappresentativo della sensibilità che gli studenti mostrano verso la salvaguardia della preziosa risorsa. L’Ufficio Scolastico Regionale ringrazia le scolaresche per l’impegno profuso, ma anche tutte le Istituzioni scolastiche del territorio regionale che hanno aderito all’iniziativa, attraverso  i docenti e i Dirigenti scolastici che, sapientemente, hanno coordinato i ragazzi stessi. L’Ufficio Scolastico Regionale ha sostenuto l’iniziativa di Acquedotto Lucano e la partecipazione al contest #ediocosafaccio sia quale momento di confronto e riflessione sull’importante valore della tutela dell’acqua, non solo nella giornata mondiale dell’acqua ma in visione prospettica futura, sia nell’ambito della antica  tradizione della progettazione integrata tra le istituzioni scolastiche del nostro sistema e gli enti che operano e si impegnano anche dal punto di vista squisitamente formativo”. “L’iniziativa di Acquedotto Lucano lanciata in occasione della giornata mondiale dell’acqua   si inserisce nell’abito di ulteriori progetti che, quotidianamente l’ Egrib realizza per tutti i Comuni lucani  – dichiara Canio Santarsiero Amministratore Unico dell’Egrib– . L’acqua ha un valore inestimabile  e necessita dell’attenzione di tutti attraverso qualsivoglia gesto quotidiano atto a salvaguardarne l’utilizzo. Dall’esame dei 750 elaborati delle studentesche che hanno aderito al progetto del gestore, emerge con tutta evidenza la sensibilità che i più giovani mostrano verso temi sostenibili,  che rappresentano anche uno degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile. Attraverso la condivisione di azioni tra tutti gli attori principali nella gestione del bene idrico e la diffusione delle buone pratiche tanto in ambito scolastico quanto in ambito familiare, si può pensare ad un futuro sostenibile e migliore.  “Il progetto promosso da Acquedotto Lucano ha offerto agli alunni la possibilità di riflettere sul prezioso valore dell’acqua e di esprimere considerazioni sui comportamenti corretti da assumere per evitare sprechi- afferma Marianna Catalano, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Torraca-Bonaventura”. Attraverso la creazione di storie, fumetti e disegni- prosegue la Dirigente-gli studenti hanno evidenziato sensibilità e grande senso civico nella consapevolezza che comportamenti corretti sono garanzia di tutela e salvaguardia del Pianeta e del nostro futuro”. “L’iniziativa proposta da Acquedotto Lucano – afferma  Rocco Telesca, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “A. Busciolano”- è stata molto apprezzata dal nostro istituto e dai ragazzi, che hanno mostrato grande interesse e partecipazione realizzando dei bellissimi disegni. È stato raggiunto anche l’obiettivo importante di sensibilizzazione in merito al valore dell’acqua. Un’iniziativa che rientra anche nell’ambito dell’educazione civica che da questo anno scolastico ha assunto un valore ancora più importante in ambito scolastico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su