«GDM Margherita: firmato l’accordo integrativo aziendale»

Dopo l’approvazione dell’intesa nell’assemblea dei lavoratori e dopo alcuni incontri di trattative sindacali tra Fillea-Cgil, Feneal-Uil e Filca-Cisl e la società GDM Margherita, è stato sottoscritto nel tardo pomeriggio di ieri, l’accordo integrativo aziendale. L’impresa GDM Margherita opera su commesse di ENI E&P nell’ambito del contesto petrolifero della Val d’Agri eseguendo attività di lavori civili ed applica il CCNL dell’industria edile ai circa 160 dipendenti. “L’accordo – è scritto vin una nota –  valorizza la contrattazione aziendale come modello condiviso di confronto partecipativo, da adottare e sviluppare per considerare sia le esigenze di natura sindacale finalizzate alla sicurezza, alla crescita professionale e al benessere dei lavoratori, e sia per favorire la crescita della stessa impresa nel definire soluzioni organizzative utili per soddisfare e rispondere alle esigenze della committente ENI. L’accordo introduce alcuni istituti innovativi, aggiuntivi ai trattamenti già attualmente riconosciuti ai lavoratori della GDM Margherita, normandoli in modo specifico. Gli stessi riguardano: la turnazione su due turni introdotta per esigenze della committente al fine di ridurre la compresenza eccessiva del personale e ridurre i rischi di contagio da COVID-19, prevedendo l’avvicendamento nelle due turnazioni e definendo il relativo trattamento economico da applicare; l’introduzione della banca ore, attivabile su richiesta volontaria del singolo lavoratore, disciplinando il funzionamento per la fruizione delle ore accantonate nonché il relativo pagamento sia della maggiorazione che delle ore a richiesta del lavoratore; introduce inoltre l’istituto della reperibilità, definendo sia i tempi che le modalità di intervento, e stabilendo oltre al trattamento economico della prestazione anche la decorrenza della stessa. È’ prevista inoltre a livello di trattamento economico – aggiungono i sindacati – oltre all’indennità di reperibilità differenziata tra giorni feriali e festivi anche un compenso per ogni effettiva chiamata per richiesta di intervento”. I segretari delle federazioni sindacali provinciali del settore edile, Michele Palma (Fillea-Cgil), Carmine Lombardi (Feneal-Uil) e Michele La Torre (Filca-Cisl) sottolineano “come l’accordo raggiunto in un’azienda importante qual’è GDM Margherita che opera nell’ambito del Centro Olio Val d’Agri, rappresenta un tassello importante a sostegno della contrattazione di 2° livello che auspicano sia sviluppata nell’ambito del perimetro delle aziende operanti nel contesto produttivo a cui si applica il contratto di sito”.

Torna su