Covid, vaccini addetti al trasporto. Filt-Cgil: «Al sindaco Guarente chiediamo più fatti e meno proclami»

“La richiesta del sindaco di Potenza Mario Guarente per i vaccini a particolari categorie di lavoratori, tra i quali gli addetti al trasporto pubblico locale, appare del tutto anacronistica e tesa soltanto ad ottenere consensi”. È quanto denuncia Rocco Pace, segretario regionale della Filt-Cgil di Basilicata che aggiunge: “Pur concordando sul fatto che esistano categorie di lavoratori più esposte al rischio, ricordiamo che da mesi la Filt Cgil sta chiedendo maggiori tutele e sicurezze per i lavoratori del trasporto pubblico locale, dalla necessità di effettuare tamponi a tappeto al vaccino. Eppure il sindaco non ha mai accolto le nostre istanze. Ora, la richiesta del vaccino a particolari categorie di lavoratori, laddove il commissario Figliuolo ha stabilito che bisognerà procedere per fasce di età e non per categorie sembra davvero una presa in giro non solo degli addetti al trasporto, ma di tutti i lavoratori citati nel comunicato del sindaco. Chiediamo al primo cittadino meno proclami e più fatti, a partire proprio dalla sicurezza dei lavoratori e dei mezzi di trasporto”.

Torna su