Ferrone: «Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno»

La scelta storica dell’Assemblea nazionale di ieri a Napoli – Articolo Uno smette di essere un Partito – apre una nuova fase politica del Paese innanzitutto nel Pd a livello nazionale e sono certo a livello regionale e locale.  E’ il commento di Carmine Ferrone (consigliere della Provincia di Potenza) che aggiunge: si porta a conclusione un percorso cominciato nei mesi scorsi con l’assemblea di Art. 1 a Potenza a dicembre 2022, con gli altri appuntamenti nazionali e l’elezione di Elly Schlein  a segretaria nazionale del Pd alla quale abbiamo contribuito rilanciando il cuore oltre l’ostacolo. Ho sempre sostenuto che la sinistra ha una grande missione da svolgere adesso dentro il Pd e la nuova associazione che abbiamo deciso di costituire a Napoli, dal nome particolarmente significativo e suggestivo “Compagno è il mondo”, un luogo aperto a tutti, indipendentemente dalle scelte individuali che ciascuno farà sul piano partitico, è sicuramente uno strumento volto a rafforzare la cultura politica della sinistra democratica del nostro Paese. Come ha spiegato con chiarezza Roberto Speranza nessuno ha in testa una corrente di Articolo Uno ma il Pd ha sicuramente bisogno di una ventata di sinistra. E tanto più per rintuzzare la cultura opprimente della destra specie contro i diritti e le libertà individuali. Il nostro lavoro – continua Ferrone – è adesso sui territori, tra la gente, giovani, donne, per rilanciare la presenza riformista, progressista e popolare del nostro partito, il Pd. A Napoli c’è una conclusione che mi piace ricordare anche perché è una citazione di Enrico Berlinguer e mi ispirerà nel nuovo impegno politico: “Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno”. Un riconoscimento mi sembra doveroso a Carlo Rutigliano e Antonello Molinari che in questi sei anni di intensa attività di Articolo 1 mi hanno accompagnato nella crescita politica.

radionoff
radionoff
Articoli: 9798