Da cucinieri a maître à penser…peggio di così!

di asterisco

La società del benessere, che s’identifica nei peccati di gola in trasmissioni all’insegna di pantagruelici orgasmi gastronomici, trova suoi santoni nei moderni chef, veri e artefatti simboli del consumismo più becero e sfrenato che hanno l’ambizione di voler fare cultura tra pentole, pirofile e svariati attrezzi culinari, confondendo gusti e sapori, il più delle volte autentiche baggianate frutto di un’etica mangereccia e paradossale associata a una latente e meschina compiacenza di qualche notoria penna mediatica.

Conoscere il background storico culturale in campo gastronomico di siffatti personaggi forse potrebbe chiarire molte cose, se parliamo di “arte culinaria” è d’obbligo rispettare la semantica della parola figuriamoci poi se ci si presenta addirittura come maître à penser, ma di che cosa non è  opinabile!

radionoff
radionoff
Articoli: 9804