«Contratto di servizio FS ulteriore passo avanti»

di Antonio Cefola, segretario regionale generale Uiltrasporti Basilicata

Non abbiamo mai chiesto dimissioni di amministratori ma li abbiamo incalzati sempre più del dovuto perché mettessero in primo piano il sistema dei trasporti in una regione come la Basilicata che, a causa dei suoi 547.000 abitanti residenti nei 131 comuni su una superficie di circa 11.000 Kmq e con una densità abitativa di 54 abitanti/Kmq, ha bisogno di una programmazione attenta e puntuale che possa garantire collegamenti efficienti sull’intero territorio. Le nostre azioni messe in campo con un comportamento attento, vigile e propositivo hanno contribuito a instaurare tavoli di trattative per l’avvio della nuova gara del TPL, l’accordo integrativo di marzo 2021 e conseguente Contratto ponte per il TPL. Sicuramente la Basilicata ha bisogno di una maggiore attenzione da parte della politica nazionale e regionale perché possa veramente entrare nel circuito di sviluppo che le compete e, per la sua naturale posizione di regione cerniera, facilitare la mobilità nazionale dei viaggiatori e delle merci con le sue infrastrutture trasversali ferroviarie e viarie che si collegano con l’asse Tirrenico, Jonico e Adriatico
In tale contesto il ruolo del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con la sua attuale rete ferroviaria, assume un’importanza primaria sia in termini di collegamenti con il resto della nazione sia in termini ambientale dovuto alle scarse immissioni in atmosfera di forme di inquinamento.
Le già avviate attività di ammodernamento della propria infrastruttura ferroviaria che si concluderà con i lavori, già finanziati, per l’elettrificazione della linea Potenza- Foggia e della ripresa dei lavori della Ferrandina-Matera, lasciano ben sperare in un sistema ferroviario regionale adeguato che proietta la regione ad assumere una importanza strategica nel sistema trasporti nazionale.
In quest’ottica ben si raffigura un nuovo modo di pensare alla mobilità lucana in termini di integrazione vettoriale e tariffaria di cui, come Uiltrasporti, abbiamo più proposto nei vari tavoli e che finalmente sarà riportato nel capitolato della nuova Gara per il TPL in itinere.
La dichiarazione ultima dell’Assessore ai Trasporti regionali circa la redazione del nuovo contratto di servizio per il trasporto ferroviario ci soddisfa nei termini e nella tempistica perché l’ammodernamento del materiale rotabile già avviato con successo con Trenitalia S.p.A. possa modulare un reale incremento del trasporto su ferro e completare finalmente un innalzamento degli indicatori di qualità iniziato con la messa in esercizio dei nuovi treni SWING.
Si apre una nuova fase che come Uiltrasporti auspichiamo possa concludersi nel minor tempo possibile e offrire un servizio efficace e di qualità alla mobilità dei lucani

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi