«Chiusura filiali? No, grazie». Campagna Uilca-Uil fa tappa a Miglionico (MT)

Mercoledì 7 giugno arriva in Basilicata, a Miglionico (MT), la quinta tappa della campagna nazionale itinerante contro il fenomeno della desertificazione bancaria “Chiusura filiali? No, grazie.” promossa dalla UILCA, la categoria dei bancari della UIL, e sostenuta dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) e dall’Unione delle Province d’Italia (Upi).
Dopo Emilia-Romagna, Veneto, Toscana, Umbria e Lombardia, continua in Puglia e Basilicata il tour UILCA nei comuni italiani colpiti dal taglio degli sportelli bancari. Dal 2018 al 2022, in Italia, gli sportelli bancari sono diminuiti del 17,4% (-4.423). I comuni serviti da banche sono scesi del 10,9% (-583). Il trend coinvolge anche l’aspetto occupazionale: 14.020 dipendenti in meno nel settore (- 5%). Il quadro si fa a tinte ancora più fosche se si aggiungono le indebite pressioni cui sono spesso sottoposti i lavoratori del Credito, con conseguenze negative non solo sugli stessi dipendenti ma anche sulla qualità del servizio fornito alla clientela. Anche contro questo fenomeno la UILCA ha promosso di recente una campagna di sensibilizzazione (“Basta pressioni commerciali”).
In Basilicata sono ad oggi circa 65.000 i cittadini, residenti nei 58 comuni rimasti privi di filiali, che non hanno più accesso ai servizi bancari. Solo negli ultimi 5 anni si è registrato in regione un calo delle filiali del 22%, con la chiusura di ben 49 sportelli, e i dipendenti bancari sono ormai scesi sotto la soglia delle 1000 unità. La conseguenza per l’utenza, soprattutto quella meno informatizzata e più anziana, è l’impossibilità ad accedere a servizi bancari e finanziari di base, se non spostandosi, il più delle volte senza mezzi pubblici a disposizione, per decine di km.
La Campagna UILCA intende accendere i riflettori sulla carenza di sportelli bancari nel territorio, che impatta negativamente sulla popolazione più vulnerabile e sulle imprese di piccole dimensioni, anche in considerazione della cruciale funzione sociale che le banche svolgono come presidio economico e di legalità nell’erogazione del credito. Miglionico è uno dei comuni lucani rimasti senza sportelli bancari nel corso dell’ultimo anno e altri seguiranno certamente se non si riuscirà, anche col coinvolgimento delle Istituzioni, a invertire o arrestare questa tendenza, devastante per la tenuta del tessuto economico e sociale. L’appuntamento è per mercoledì 7 giugno dalle 10 alle 13 in Piazza Popolo a Miglionico: presso l’igloo UILCA i cittadini potranno rispondere a un sondaggio finalizzato a conoscere l’impatto sociale ed economico del fenomeno sulla popolazione e in particolare sulle fasce più fragili. Il coinvolgimento e la sensibilizzazione sul tema delle comunità e delle Istituzioni locali e regionali sono tra gli obiettivi dell’iniziativa. Oltre a diversi sindaci, amministratori e rappresentanti delle istituzioni regionali, saranno presenti, tra gli altri, per la UIL il segretario regionale Vincenzo Tortorelli, per la UILCA il segretario regionale Vito Daniele Cuccaro e alcuni esponenti nazionali.
Nel pomeriggio del 7 sarà a Potenza il Segretario Generale Nazionale della UILCA Fulvio Furlan, che parteciperà ai lavori del Consiglio Regionale della UILCA Basilicata presso la sala di “Scambiologico”.

radionoff
radionoff
Articoli: 9752