«Aias di Melfi (PZ), ancora critica la situazione per i lavoratori»

“Anche la mensilità di agosto dei lavoratori dell’Aias di Melfi non è stata erogata nei tempi previsti. È inaccettabile la prassi ormai consolidata in base alla quale l’Aias attende la liquidazione delle competenze del mese da parte dell’Asp per pagare la giusta retribuzione ai lavoratori, che svolgono e continuano a svolgere in modo puntuale la loro prestazione lavorativa”. È quanto sostengono Giuliana Pia Scarano della Fp Cgil, Pasquale Locantore della Cisl Fp e Antonio Guglielmi della Uilfpl, secondo i quali: “A oggi i lavoratori non hanno ricevuto lo stipendio di agosto perché la struttura accreditata attende la liquidazione per la remunerazione delle prestazioni erogate a luglio, liquidazione che interviene in modo regolare e nel rispetto dei tempi previsti da parte dell’azienda sanitaria di potenza. È inverosimile che il pagamento delle retribuzioni avvenga a là carte. L’Aias è un ente accreditato che eroga prestazioni riabilitative sulla base di un contratto stipulato con l’azienda sanitaria, non un mero intermediario. Pagare la retribuzione ai lavoratori nei tempi e nelle modalità previste è obbligo del datore di lavoro al quale chiediamo pertanto la liquidazione delle spettanze dovute. All’Asp chiediamo di vigilare affinché le strutture che erogano prestazioni per conto del sistema sanitario regionale, quali l’Aias,  operino nel pieno rispetto dei diritti dei lavoratori”.

Torna su