Accordo preliminare Eni-Regione: è polemica

“Apprezziamo lo sforzo letterario degli assessori Rosa e Cupparo nel rispondere alle nostre legittime sollecitazioni in merito all’ Accordo Preliminare tra Regione ed Eni. Bene hanno fatto a ricordare l’importante ed unico incontr” di più di un anno e mezzo fa(!) con i sindaci per costruire un accordo di tale portata; bene hanno fatto poi a ricordare l’ovvio trinomio – a sintesi di una visione strategica che non sia solo celebrazione di “scelte giuste” autoattribuite – su cui basare la strategia futura: compensazioni per la tutela ambientale, risorse per lo sviluppo sostenibile, gas; bene hanno fatto ancora a ricordare che la Basilicata ha atteso venti anni per modificare in meglio gli accordi con le compagnie petrolifere e che spetta proprio a loro gestire questo passaggio cruciale”. È sostengono i copnsiglieri regionali della Basilicata Roberto Cifarelli e Marcello Pittella. “La responsabilità di governo – dicono i due assessori – impone scelte cui noi non sfuggiamo”. “E aggiungiamo – proseguono i duie esponenti del PD – che la stessa implica anche confronto con territorio, parti sociali e datoriali, consiglio regionale ed esperti, studio e trasparenza, soprattutto nel caso di atti importanti che non riguardano strettamente loro, certamente primi della classe e nient’affatto permalosetti, ma i cittadini lucani tutti. Ed implica ancora, il dovere di risposte chiare a domande precise. Non per chi le pone, ma per dovere di responsabilità. Le ripetiamo. “Basta leggerle con un pizzico di attenzione, non sono complesse. Perché svendere il petrolio lucano ad Eni a condizioni da Outlet, al 40-50% in meno del prezzo di mercato degli ultimi 15 anni? Perché non mettere sotto contratto Eni, imponendo la decarbonizzazione del centro olio nel prossimo decennio? Qual è la strategia industriale Eni in relazione alle politiche industriali regionali, ove esistenti? Qual è il ruolo degli enti locali e delle loro rappresentanza istituzionali nel cosiddetto negoziato? Quale Basilicata alla fine del prossimo decennio? Siamo certi risponderete con la medesima solerzia ai questi temi, che poco hanno a che vedere con stanchi refrain da battaglia elettorale, pure abbondantemente passata. Non ci serve né quel tono né quell’atteggiamento. Cui prodest? Vogliamo credere che “capirete e vi applicherete”. Il tema non riguarda voi. Riguarda i lucani. Intelligenti pauca”. Concluidono i consiglieri regionali del PD, Roberto Cifarelli e Marcello Pittella, in risposta agli assessori regionali Gianni Rosa e Francesco Cupparo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su