A Policoro (MT) il “posto occupato”, per ricordare le donne vittime di violenza

“Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto, decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto in famiglia, a scuola, nella società. Il posto occupato è riservato a loro”. Il messaggio è riportato su una targa affissa nella Sala consiliare della Città di Policoro ed è la sintesi della donazione fatta al Comune dalla locale Sezione della Fidapa Bpw, dell’opera pittorica dell’artista lucana Maria Santarsiero. A fare gli onori di casa alla cerimonia di donazione, avvenuta in forma ristretta a cui hanno preso parte Presidente della Fidapa Bpw, Sezione di Policoro, Maria Antonietta Amoroso, la Consigliera di Parità Regionale, Ivana Pipponzi e i rappresentanti istituzionali, il Sindaco della Città, Enrico Mascia, che ha accolto favorevolmente l’idea di unire l’arte pittorica al messaggio lanciato per sensibilizzare la popolazione tutta su una tematica di strettissima attualità. “Ho accolto favorevolmente la proposta lanciata dalla Sezione Locale Fidapa – dichiara il primo cittadino – a cui va un plauso per la costante opera di sensibilizzazione su temi delicati e per troppo tempo sottaciuti come quello della violenza sulle donne”. “Il numero verde 1522, attivato nel 2006 dal Dipartimento per le Pari Opportunità per entrare in forma protetta in contatto con i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti in Italia, è un modo efficace per mantenere alta l’attenzione”. “Quello della sedia dipinta, del posto vuoto – conclude il sindaco – è un messaggio inequivocabile che arriva dritto alla coscienza collettiva, anche perché la violenza contro le donne rappresenta anche un problema di sanità pubblica, oltre che una violazione dei diritti umani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su