«Dovranno passare sul mio corpo e su quello di tutti i lucani»