Summa (Cgil): pronti ad accoglienza profughi afgani

«La Basilicata si faccia trovare pronta. Serve un confronto con il governo regionale allargato alle parti sociali, ai sindaci e alle organizzazioni umanitarie e del terzo settore. Sindacato disponibile fin da subito».

“Garantire ai profughi un’adeguata accoglienza e chiamare tutte le istituzioni a un impegno reale e concreto, tale da attuare un piano che dovrà proseguire oltre l’emergenza di questi giorni”. È quanto chiede il segretario generale della Cgil Basilicata, Angelo Summa, al governo regionale e alle istituzioni locali rispetto all’accoglienza del popolo afghano. “Come sindacato spingiamo affinché vengano costruite e garantite vie di uscita e una vera e diffusa accoglienza delle donne, degli uomini,  delle bambine e dei bambini afghani, illusi e traditi da vent’anni di scelte scellerate fatte nel nome di un’illusoria e fallimentare ingerenza democratica dell’intero mondo occidentale. La Basilicata si faccia trovare pronta anche per aiutare i paesi vicini, che vedrà altri popoli in fuga. La Cgil Basilicata si rende disponibile fin da subito a un confronto con il governo regionale per un piano dell’accoglienza che sia davvero in nome dell’integrazione e dell’inclusione, che coinvolga i sindaci e le organizzazioni umanitarie e del terzo settore che operano nell’accoglienza sul territorio”, conclude Summa.

Torna su