Stellantis: Fim, Uilm, Fismic e Uglm chiedono un incontro a Bardi in vista dei tavoli al ministero

Dopo la lunga trattativa con la dirigenza dello stabilimento Stellantis di Melfi, conclusasi il 12 luglio con un accordo articolato in quattro punti, le segreterie regionali di Fim, Uilm, Fismic e Uglm già guardano al prossimo incontro del 24 luglio in programma al ministero delle Imprese tra Governo e sindacati, incontro che è propedeutico alla sottoscrizione dell’accordo tra Stellantis e lo stesso Governo per il rafforzamento della filiera italiana dell’automotive. Melfi arriva al nuovo appuntamento ministeriale con novità sostanziali: l’avvio degli investimenti per la messa in produzione dei nuovi modelli elettrici e l’annuncio da parte dell’ad Tavares dell’assegnazione alla fabbrica lucana di un quinto modello che dovrebbe contribuire a tenere il più in alto possibile l’asta dei volumi produttivi e quindi dell’occupazione. In previsione di questi incontri, Fim, Uilm, Fismic e Uglm sollecitano il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi a convocare un incontro «per mettere a punto una proposta condivisa da presentare ai tavoli ministeriali con l’obiettivo di tutelare l’area industriale dell’automotive di Melfi».

radionoff
radionoff
Articoli: 9753