Serie C. Punto d’oro del Potenza a Crotone: 0 a 0

Ventiquattresima giornata del campionato di serie C, quinta di ritorno; allo stadio “Scida” di Crotone che vede i pitagorici affrontare il Potenza. I calabresi, seconda forza del torneo con 55 punti, sono reduci da undici risultati utili consecutivi, rimanendo in “scia” della schiacciasassi capolista Catanzaro (a +8). Gli uomini di Lerda nell’ultimo turno hanno pareggiato in trasferta col Monterosi (1-1). I lucani, invece, veleggiano a metà classifica con 28 punti, equidistanti dai playoff e dai playout. Reduci dalla batosta di Foggia (0-3), hanno voglia di riscatto. Rendimento altalenante per gli uomini di Raffaele che, nelle ultime cinque gare, hanno ottenuto due vittorie, un pareggio e due sconfitte. All’andata al “Viviani” finì 1-1: Emmausso per i potentini, Gomez per i crotonesi. Lerda dispone il Crotone con il 4-3-3: Dini in porta, Papini, Cuomo, Golemic, Crialese in difesa. Awua, Carraro e Petriccione a centrocampo. Chiricó, Gomez e D’Ursi tridente d’attacco.
Raffaele schiera il Potenza con il 3-5-2: Gasparini tra i pali, Matino, Girasole e Rocchi in difesa. Del Pinto, Riccardi e Cittadino sulla mediana del campo. Hadziosmanovic sulla fascia destra, Gyamfi sulla sinistra. Del Sole e il neo acquisto Murano coppia d’attacco.
La partita inizia con il Crotone subito pericoloso: al 3′ occasione per D’Ursi che per poco non arriva alla deviazione vincente su un assist dalla destra di Chiricò. Al 7′ è Crialese che mette i brividi alla formazione ospite ma Gasparini è attento nella respinta. Ci prova anche Chiricò dalla distanza al 20′ ma il pallone termina alto. Gli ospiti si fanno vivi al 23′ con Murano che dalla destra dell’area di rigore calabrese calcia verso la porta ma trova la risposta di Dini. Al 35′ gli squali restano in 10 uomini: fallo di Golemic su Murano al limite dell’area di rigore, con l’attaccante lucano lanciato verso una chiara occasione da gol. L’arbitro non ha dubbi ed espelle il difensore pitagorico che esce dal campo tra le proteste dei giocatori crotonesi. Dal calcio di punizione conseguente il tiro di Cittadino esce di poco alto (36′). Il primo tempo non regala più alcuna azione degna di nota, si va dunque al riposo sul risultato di 0-0 dopo 2 minuti di recupero. Ad inizio ripresa la parità numerica fra le due squadre viene ristabilita dopo appena 4 minuti, al 49′: secondo giallo per Matino che finisce prima del tempo negli spogliatoi. Al 65′ occasione per i padroni di casa: Tribuzzi, avanza sulla corsia sinistra, lascia partire un traversone che si trasforma in un tiro in porta ma trova la deviazione in angolo da parte di Gasparini. Si resta sullo 0-0, il Crotone sembra avere maggiore determinazione nel voler sbloccare il risultato ma, il Potenza, è ben messo in campo e con ordine e determinazione blocca le folate offensive calabresi, ripartendo in contropiede. La partita non si sblocca ma al 92′ c’è un episodio dubbio nell’area del Crotone: Murano calcia a botta sicura verso la porta con la sfera che viene respinta con una mano da un difensore, per l’arbitro non ci sono gli estremi per il rigore. Veementi le proteste dei lucani con Raffaele che viene espulso dalla panchina. Dopo 5 minuti di recupero terminano le ostilità allo “Scida”, finisce 0-0. In classifica il Crotone resta al secondo posto, salendo a 56 punti; il distacco dalla capolista Catanzaro rimane inalterato a 8 punti, per via del contemporaneo pareggio delle aquile sul campo del Messina (1-1). Il Potenza, con il quattordicesimo pareggio stagionale, sale a 29 punti rimanendo nella pancia della classifica al dodicesimo posto; con la consapevolezza di aver ottenuto un punto importante contro la vicecapolista del torneo. Nel turno infrasettimanale di mercoledì, il Potenza ospiterà al “Viviani” l’Avellino; il Crotone farà visita alla Juve Stabia.

Il Tabellino
Crotone (4-3-3): Dini, Cuomo, Golemic, D’Ursi, Gomez, Petriccione, Papini (32′ st Vitale), Carraro (32′ st Cernigoi), Crialese, Chiricò, Awua (39′ pt Bove).
A disposizione: Branduani, Gattuso, Gigliotti, Tribuzzi, Rojas, D’Errico, Cantisani, Spaltro, Pannitteri.
Allenatore: Franco Lerda.
Potenza (3-5-2): Gasparini, Gyamfi, Matino, Del Pinto (7′ st Steffè), Cittadino (27′ st Schimmenti) (34′ st Laaribi), Del Sole (6′ st Verrengia), Riccardi (7′ st Talia), Rocchi, Murano, Girasole, Hadziosmanovic.
A disposizione: Alastra, Armini, Legittimo, Alagna, Logoluso, Volpe.
Allenatore: Giuseppe Raffaele.
Arbitro: Gabriele Scatena di Avezzano.
Assistenti: Pietro Pascali di Bologna – Antonio Piedipalumbo di Torre Annunziata.
Quarto ufficiale: Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto.
Note: pomeriggio con cielo soleggiato, 12° gradi circa. Ammoniti: Matino, Riccardi, Cittadino, Rocchi, Hadziosmanovic (P), Bove (C). Espulsi: Golemic (C) al 36′ pt. Matino (P) al 2’st per somma di ammonizione. Al 48′ st allontanato per proteste il tecnico potentino Raffaele. Angoli: 8-0. Recupero: 2′ pt, 5′ st.

Nicola Cirigliano
Nicola Cirigliano
Articoli: 163