Scoperto giro di prostituzione tra Napoli e Caserta

Una fiorente attività di prostituzione è stata smantellata dai carabinieri nel Napoletano. Al vertice dell’organizzazione due donne che smistavano i clienti in diverse abitazioni e organizzavano incontri curandone ogni aspetto.L’associazione tratteneva dalle ragazze sfruttate, le cui prestazioni erano pubblicizzate sul web, il 50 per cento dei guadagni. Il reato contestato agli indagati è di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione. Le indagini, svolte dai militari della Tenenza di Melito e coordinate dalla Procura di Napoli Nord, hanno consentito di documentare l’attività del gruppo che utilizzava appartamenti situati nelle province di Napoli e Caserta. Ognuno aveva compiti ben precisi: dall’adescamento dei clienti attraverso annunci online fino al supporto tecnico alle prostitute per migliorare la visibilità sul web delle loro “offerte”, fornendo indicazioni sulle tecniche di approccio telefonico più efficaci per aumentare il numero delle “visite” nelle abitazioni.

Torna su