River Plate: vince con un centrocampista in porta

La Coppa Libertadores è il più importante torneo calcistico sudamericano organizzato dal Conmebol (Confederaciòn sudamericana de fùtbol). Al torneo partecipano squadre provenienti da 10 paesi latinoamericani: Argentina, Bolivia, Cile, Colombia, Ecuador, Paraguay, Perù, Uruguay e Venezuela. All’edizione 2021 prendono parte 47 squadre ed il torneo, iniziato lo scorso 23 febbraio, terminerà il 20 novembre prossimo. La squadra vincitrice otterrà il diritto di disputare la Coppa del mondo per club FIFA 2021e la Recopa Sudamericana 2022; quest’ultima contro la vincente della Coppa Sudamericana 2021. Il Palmeiras, di San Paolo del Brasile, è la squadra campione in carica, avendo vinto nel 2020 la “Copa” per la seconda volta nella sua storia. Il calcio sudamericano, spesso, regala ai tifosi emozioni e serate di “altri tempi”; questo è accaduto nella partita tra River Plate (di Buenos Aires, Argentina) ed Independiente Santa Fe (di Bogotà, Colombia). Ha dell’incredibile quanto è avvenuto la scorsa notte nel match valido per la quinta giornata della fase a gironi della “Copa”: il River Plate, con 25 giocatori indisponibili a causa di un focolaio Covid scoppiato nel gruppo argentino, ha sconfitto per 2-1 la squadra colombiana. Un vero “miracolo” sportivo per la formazione allenata da Marcelo Gallardo, il quale aveva a disposizione soltanto 10 giocatori di movimento, tra cui due esordienti prelevati dal vivaio e nessun cambio dalla panchina. La cosa più sorprendente è che il trainer argentino aveva tutti e 4 i portieri indisponibili, pertanto, a difesa dei pali del River Plate, si è “immolato” fin dal primo minuto il trentacinquenne Enzo Perez, un centrocampista! Una vittoria arrivata grazie alle reti argentine di Angileri ed Alvarez e “blindata” dalle parate del “neoportiere” Perez, incolpevole sul gol colombiano di Osorio .Perez, alle prese con dei problemi muscolari nei giorni precedenti alla partita, ha indossato i panni dell’eroe per una notte, per quella che rimarrà un’impresa storica per il River Plate e per gli appassionati di calcio. Viva el fùtbol!

Torna su