Rinnovo concessioni estrattive Val d’Agri, lettera di Cicala

Pregiatissimi Sindaci, mi preme anzitutto sottolineare da cittadino della Valle dell’Agri, e nella mia veste istituzionale di Consigliere Regionale e Presidente del Consiglio, che ho molto a cuore la questione petrolio in Val d’Agri nei suoi molteplici aspetti: salute, ambiente, sicurezza, sviluppo e occupazione. Come avete potuto constatare, in questi due anni di mandato le miei posizioni in materia di petrolio sono risultate, talvolta, anche forti. Sicuramente ricorderete quanto mi sia speso sul rifinanziamento del “Piano Operativo Val d’Agri Melandro Sauro Camastra”, (finanziamenti bloccati da oltre 5 anni), di cui hanno beneficiato ben 35 comuni ricadenti nelle due province di Potenza e Matera. Finanziamenti che, in un momento di crisi così difficile, hanno fornito in modo sostanziale e concreto un sostegno forte alle comunità locali, sia in termini di servizi che di rilancio dell’economia in generale. Ricorderete anche la forte presa di posizione sulla modifica dell’ormai famosa legge 40/95, al fine di ristabilire buon senso e allineamento alla normativa nazionale. Venendo più in particolare al tema della vostra nota, giova ricordare la presa d’atto a seguito della riunione, tenutasi presso la sede della Ex Comunità Montana di Villa D’Agri il 9 ottobre 2019, del “Comitato di Coordinamento e Monitoraggio del PO Val d’Agri Melandro Sauro Camastra” svoltasi alla mia presenza, unitamente a quella del Governatore Bardi, dell’assessore Cupparo, del Consigliere Aliandro e dei tanti Sindaci dell’area. In tale circostanza fu sottoscritto e protocollato alla Regione un’importante documento, all’interno del quale vi erano spunti e iniziative volte alla tutela e allo sviluppo dei territori interessati dalle estrazioni, con un particolare riferimento anche e soprattutto alla proroga degli ulteriori dieci anni di estrazioni petrolifere. Concludo confermando la mia forte intenzione di proseguire il mio rapporto di collaborazione ed interlocuzione con tutti voi Sindaci al fine di costruire il miglior futuro possibile per i nostri figli. Pertanto, per quelle che sono le mie competenze e le mie prerogative, farò in modo di valorizzare le volontà dei Sindaci e delle Comunità che ospitano questi importanti impianti inerenti la coltivazione degli idrocarburi e mi farò carico di concertare a breve un incontro con la Regione Basilicata. Vi ringrazio per l’impegno con il quale vi state adoperando in questo difficile e delicato momento storico”.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi