Regione. Presunte molestie, Cifarelli PD: non è ammissibile nessuna fuga. Intanto Botolan si dimette

“Se fossero confermate le notizie secondo le quali il DG Bortolan, nonostante le richieste di chiarimenti circa le presunte molestie nell’esercizio del suo ruolo, si sia messo in ferie senza rispondere agli uffici del Presidente Bardi, ci troveremmo di fronte ad un assurdo”. E’ quanto dichiara il capogruppo PD in Consiglio regionale, Roberto Cifarelli. “La sua “fuga” per le ferie e la sua mancata risposta sarebbe una manifestazione di evidente insubordinazione istituzionale, uno sgarbo che metterebbe in cattiva luce l’intera Basilicata, aggiunge Roberto Cifarelli, con l’aggravante di dare la sensazione che sulla vicenda il governo regionale voglia prendere tempo, con buona pace di tutti i discorsi fatti sulle molestie alle donne sui luoghi di lavoro e di tutte e tutti coloro che in questi giorni sono intervenuti per denunciare la gravità del caso. Non è comprensibile. Su questa vicenda non si devono e non si possono ammettere distrazioni. Se necessario, sulla questione sono pronto a chiedere agli altri Consiglieri, di minoranza e di maggioranza, la sottoscrizione della richiesta di un Consiglio regionale straordinario ed urgente. Caro Presidente Bardi, caro Assessore Fanelli, su questa questione spiegazioni subito”.

“Prendo atto delle dimissioni da parte dell’Ing. Francesco Bortolan quale Direttore Generale alla Salute e alle politiche della persona. Si tratta di un gesto che chiude una vicenda delicata. I principi di etica ed estetica pubblica, da me più volte richiamati, sono stati ancora una volta declinati”. Lo afferma in una nota il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

radionoff
radionoff
Articoli: 9753