«Rapporto Banca Italia, indicazioni utili e aggiornate per intervenire in messa in sicurezza della Basilicata»

di Vincenzo Tortorelli, segretario generale della Uil Basilicata

Tra gli indicatori economici più allarmanti del rapporto di Banca d’Italia per il 2022 c’è quello che gli esperti dell’istituto chiamano in termine tecnico “ristagno” del mercato del lavoro, dopo la ripresa dell’anno precedente, più intensa rispetto al Mezzogiorno e all’Italia, e a fronte della crescita nelle aree di confronto. E’ la conferma che il lavoro resta la prima vera emergenza, mentre le poche occasioni di occupazione continuano ad essere sotto il segno della precarietà. Le speranze di Banca Italia sono quasi esclusivamente riposte nel comparto costruzioni che potrebbe ricevere un ulteriore  impulso dagli interventi previsti nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), mentre si conferma quanto il sindacato segnala da tempo: la partecipazione al mercato del lavoro rimane particolarmente bassa per le donne e per i giovani. A questo va aggiunta la crescita del disagio sociale delle famiglie e della povertà. Ci sono indicazioni utili ed aggiornate per intervenire. Lo abbiamo detto nel recente Consiglio Confederale Regionale della Uil: la Giunta Regionale si concentri in questo ultimo scorcio di legislatura su un obiettivo centrale che è la messa in sicurezza della Basilicata praticando il confronto e il dialogo sociale. In tutto questo il settore automotive è fondamentale per la tenuta economica e sociale della Basilicata.

intervento
intervento
Articoli: 890