La lettera esplosiva di Mourinho dopo la sanzione Uefa

Il portoghese José Mourinho, allenatore della Roma, si è dimesso da un comitato Uefa dopo che l’organo di governo del calcio europeo gli ha inflitto una squalifica di quattro giornate per il suo comportamento nella finale di Europa League. In una lettera indirizzata al croato Zvonimir Boban, uno dei massimi allenatori calcistici della Uefa, Mourinho ha annunciato la sua uscita dal “Comitato Calcio Uefa” e ha criticato un cambio di “principi” nell’ente .

“Sono spiacente di informarvi che, con effetto immediato, rassegno le mie dimissioni dalla mia partecipazione a questo gruppo. I principi in cui credevo pienamente quando sono entrato nel gruppo non esistono più e mi sento in dovere di prendere questa decisione”, ha dichiarato l’allenatore. Inoltre, “vi chiedo gentilmente di comunicare la mia decisione anche al presidente, signor Aleksander Ceferin”, ha aggiunto.

L’Uefa Football Board è un gruppo creato lo scorso aprile che riunisce allenatori ed ex giocatori per discutere idee per migliorare il calcio e, oltre a Mourinho, include personaggi come Rafa Benítez, Ronald Koeman, l’allenatore del Portogallo, Roberto Martínez, leggende come Patrick Vieira e i giocatori del Real Madrid Luís Figo e Zinedine Zidane.

La decisione del tecnico portoghese fa seguito alla squalifica di quattro giornate inflittagli dalla Commissione di controllo, etica e disciplinare della UEFA mercoledì per insulto/linguaggio offensivo nei confronti dell’arbitro inglese Anthony Taylor nella finale di Europa League giocata a Budapest (Ungheria) il 31 maggio.

radionoff
radionoff
Articoli: 9825