Il Missouri vota contro il divieto di portare armi in pubblico per i bambini

La Camera di Stato del Missouri, a guida repubblicana, ha votato mercoledì contro il divieto per i minori di portare apertamente armi da fuoco sul suolo pubblico senza la supervisione di un adulto. La proposta di vietare ai bambini il porto d’armi in pubblico senza la supervisione di un adulto è stata bocciata con un voto di 104 voti a 39. Solo un repubblicano ha votato a favore. Una democratica, Donna Baringer, ha detto che la polizia del suo distretto ha chiesto la modifica per fermare “i quattordicenni che camminano in mezzo alla strada nella città di St Louis portando con sé degli AR-15”. “Ora sono stati incoraggiati e se ne vanno in giro con questi”, ha detto Baringer. “Finché non li brandiscono davvero, e non li brandiscono con intenzione, le mani dei nostri agenti di polizia sono ammanettate”. Nel 2017, i legislatori del Missouri hanno abrogato l’obbligo di porto d’armi nella maggior parte delle situazioni. La misura era parte di un dibattito durato ore sul modo migliore per combattere il crimine, in particolare nell’area di St Louis. Il repubblicano Lane Roberts – ex capo della polizia di Joplin, Missouri, e direttore della sicurezza pubblica dello Stato – aveva inizialmente incluso le restrizioni sul possesso di armi da parte dei bambini in un disegno di legge più ampio sulla criminalità, che la Camera ha votato per dare una prima approvazione. La scorsa settimana, però, i legislatori di una commissione parlamentare guidata da Roberts hanno eliminato la disposizione sulle armi. “Ogni volta che abbiamo parlato della disposizione relativa alle armi, sapevamo che sarebbe stato difficile per il nostro lato del corridoio”, ha detto Roberts. I repubblicani hanno criticato lo sforzo come una violazione non necessaria dei diritti delle armi. “Sebbene possa essere intuitivo che un quattordicenne non abbia scopi legittimi, ciò non significa che possa fare del male a qualcuno. Non lo sappiamo ancora”, ha dichiarato Tony Lovasco, repubblicano di O’Fallon, sobborgo di Saint Louis. “In generale, non accusiamo le persone di crimini perché pensiamo che faranno del male a qualcuno”. Altre disposizioni del provvedimento consentirebbero al governatore di nominare un procuratore speciale nelle contee con alti tassi di criminalità, una disposizione rivolta al procuratore di St Louis Kim Gardner. I repubblicani hanno criticato per anni la Gardner, una democratica di 47 anni eletta per la prima volta nel 2016 come primo procuratore donna di colore di St Louis. È uno dei numerosi procuratori progressisti eletti negli ultimi anni con l’obiettivo di creare maggiore equità nel sistema giudiziario penale. I repubblicani sostengono che non stia facendo abbastanza per combattere il crimine.

radionoff
radionoff
Articoli: 9753