«Il Covid-19, se curato giustamente e tempetistivamente, non è un male incurabile anche in presenza di patologie pregresse» (Videdo)

Medici impegnati in prima linea contro il Covid-19 ci dicono chiaramente che è un male curabile, anche negli anziani o in presenza di patologie pregresse. È necessario però agire con tempestività, con farmaci di uso comune ed ormai noti e sperimentati. Covid-19 è un virus molto contagioso ma con bassissima letalità e la quantità abnorme di decessi in Italia, al netto delle errate attribuzioni di decessi al virus, è dovuta ad un’assente o insufficiente organizzazione delle cure domiciliari a livello territoriale. 𝗟’𝗲𝗿𝗿𝗼𝗿𝗲 𝗽𝗶𝘂̀ 𝗴𝗿𝗮𝘃𝗲 𝗲̀ 𝘀𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗽𝗲𝗻𝘀𝗮𝗿𝗲 𝗱𝗶 𝗳𝗿𝗼𝗻𝘁𝗲𝗴𝗴𝗶𝗮𝗿𝗲 𝘂𝗻’𝗲𝗽𝗶𝗱𝗲𝗺𝗶𝗮 𝗱𝗶 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁𝗲 𝗱𝗶𝗺𝗲𝗻𝘀𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗲 𝗰𝗼𝗻 𝗾𝘂𝗲𝘀𝘁𝗲 𝗰𝗮𝗿𝗮𝘁𝘁𝗲𝗿𝗶𝘀𝘁𝗶𝗰𝗵𝗲 𝗰𝗼𝗻 𝗹𝗲 𝘀𝗼𝗹𝗲 𝗰𝘂𝗿𝗲 𝗼𝘀𝗽𝗲𝗱𝗮𝗹𝗶𝗲𝗿𝗲, 𝗺𝗲𝗻𝘁𝗿𝗲 𝗰𝗼𝗻 𝘂𝗻 𝗽𝗿𝗼𝘁𝗼𝗰𝗼𝗹𝗹𝗼 𝗮𝗱𝗲𝗴𝘂𝗮𝘁𝗼 𝗲 𝗮𝘀𝘀𝗶𝘀𝘁𝗲𝗻𝘇𝗮 𝘁𝗲𝗺𝗽𝗲𝘀𝘁𝗶𝘃𝗮 𝗶𝗹 𝗿𝗶𝗰𝗼𝘃𝗲𝗿𝗼 𝗶𝗻 𝗼𝘀𝗽𝗲𝗱𝗮𝗹𝗲 𝗻𝗼𝗻 𝘀𝗶 𝗿𝗲𝗻𝗱𝗲 𝗻𝗲𝗰𝗲𝘀𝘀𝗮𝗿𝗶𝗼. La responsabilità di questa situazione, che conduce a misure di contenimento devastanti per l’economia e la salute stessa dei cittadini, è del governo nazionale o – per le rispettive competenze in materia sanitaria- di quelli regionali. I medici di famiglia spiegano chiaramente come loro stessi applichino da tempo terapie che funzionano e che inspiegabilmente non rientrano nei protocolli nazionali.

Torna su