Forestazione. Ugl Matera: «Le risorse sono una grande opportunità di sviluppo»

“L’Ugl Matera chiede all’Assessore Politiche agricole, alimentari e forestali della Regione Basilicata, Alessandro Galella, di essere convocati affinché si possa discutere sul tema della forestazione: pur consapevoli delle moltepliche difficoltà, la questione va portata avanti per dare serenità ai lavoratori e rendere più efficiente un settore nevralgico per tutto il territorio”. È quanto ha chiesto il Segretario Provinciale dell’Ugl Matera, Pino Giordano a margine dell’incontro svoltosi nell’ufficio di Policoro (MT) alla presenza della responsabile zonale Ugl, Maristella Pace e che ha visto la partecipazione di iscritti e lavoratori del comparto.

“Per l’Ugl – hanno affermato i sindacalisti – su ciò che riguardano la forestazione, il riordino della governance dei consorzi di bonifica e altri temi cari al settore agricolo, evidenziamo ancora ombre se pur dobbiamo affermare che Galella, ha fatto registrare un notevole passo in avanti dopo anni segnati da incertezze, problemi e criticità a seguito della frettolosa scelta di disarticolare la governance storica del settore imperniata sulle scelte campanilistiche politiche sbagliate che l’Ugl aveva da tempo denunciato.  Il settore della forestazione, dalle dimensioni considerevoli che impatta in maniera sensibile sul reddito delle famiglie, deve essere monitorato costantemente e visto da diverse angolazioni: impatto territoriale e la possibilità occupazionale redditizia. Per il primo punto – proseguono Pace e Giordano – la politica deve ben comprendere che le risorse forestali non devono essere viste come una ‘zavorra’ nei bilanci delle casse regionali, bensì a parere Ugl, una grande opportunità di sviluppo e allo stesso tempo riconoscere il giusto valore al lavoro forestale: a monte ci sono migliaia di addetti; il settore forestale riveste un’importanza strategica, non solo in materia di tutela ambientale, difesa del suolo, prevenzione antincendio, tutela della biodiversità, ma anche come volano in grado di assicurare opportunità di lavoro. A tal proposito si chiede all’assessore Galella di ufficializzare, definitivamente, le giornate di lavoro per oltre 3600 lavoratori della platea forestale, fino al raggiungimento delle 181 giornate lavorative per tutti i lavoratori inseriti nella platea unica regionale del settore idraulico – forestale. L’Ugl Matera – concludono Giordano e Pace – ritiene che questo obiettivo deve essere raggiunto il prima possibile, perché la tutela e valorizzazione del patrimonio forestale, la lotta al dissesto idrogeologico e il decoro urbano sono fondamentali per tutte le comunità comunali di Basilicata e per le 3600 famiglie interessate. Per tali motivi chiediamo di essere ricevuti dando il nostro contributo alla questione, in modo collaborante, propositivo e partecipativo, dove l’Ugl ritiene che incrementare le giornate di lavoro e del conseguente stipendio, permetterà alle 3600 famiglie interessate di vivere degnamente e di affrontare la fragilità esistenziale ed economica di questo periodo storico sociale non bello”. 

radionoff
radionoff
Articoli: 9823