Elezioni politiche anticipate, Gemma (Ipf): l’agenda Draghi è la strada  da perseguire

“L’interesse dei pochi ha prevalso rispetto all’interesse generale e collettivo dell’Italia”. Chiara Gemma, europarlamentare del nuovo movimento di Luigi Di Maio ‘Insieme per il Futuro’, commenta così la crisi politica che ha portato alla caduta del governo guidato da Mario Draghi e all’indizione di elezioni anticipate.

“Come ha detto Luigi Di Maio – dichiara l’onorevole – l’Agenda Draghi è stata una semina che soprattutto in campo internazionale e per alcuni temi vitali che riguardano il mondo delle imprese e del lavoro, le famiglie e i giovani, le aree più deboli e svantaggiate del Sud, è diventata un patrimonio di credibilità che non può essere disperso. L’Italia ha bisogno di stabilità – prosegue –. La nostra linea sarà in continuità con l’esperienza del governo dimissionario, quell’agenda non può cadere nella polvere”.

‘Insieme per il Futuro’ si sta preparando alle elezioni del 25 settembre a tal proposito l’europarlamentare afferma: “I prossimi giorni saranno decisivi; noi siamo già proiettati alle cose da fare dopo il voto – continua –. Le urgenze da affrontare, a partire dal caro energie e dall’aumento dei prezzi provocato dalla crescita dell’inflazione, le avevamo già ben chiare in mente. Spero si ascolti l’appello di Mattarella e si lavori con la stessa determinazione che ci aveva contraddistinto”.

“L’Italia – conclude Gemma – riveste da sempre un ruolo importante, soprattutto in Europa. Ma per farlo ha bisogno di compattezza, stabilità, unità. Purtroppo, negli ultimi giorni è parso che questi valori non appartengano proprio al nostro Paese”.

Immagine predefinita
radionoff
Articoli: 7300

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.