Dati Arpab incendio “La Martella”, Perrino: «Risultati parziali»

Il consigliere dell’M5S pone alcuni interrogativi sul rapporto diossine, sottolineando che «Chiedere chiarimenti è più che lecito. Mi prodigherò a che si dia risposta affinché non resti dubbio alcuno sullo sfondo di questo evento nefasto».

“Da una prima lettura della relazione dell’Arpab rispetto alle diossine rilevate nella matrice aria, risulta che ‘Si è in attesa dei risultati delle analisi delle diossine e pcb sui suoli’. Pertanto, quanto diffuso dall’Arpab, risulta essere parziale e relativo alla sola presenza degli inquinanti inquadrati come diossine, in un unico rilevatore volumetrico posizionato nei pressi dello stabilimento Natuzzi”. A sottolinearlo il consigliere del gruppo M5S, Gianni Perrino, in riferimento all’incendio della discarica La Martella, a Matera facendo notare come “Ad oggi mancano ancora i risultati relativi ai campioni di suolo”. “Altro appunto che mi sento di fare –  afferma il consigliere – riguarda la parte della relazione in cui si afferma ‘In data 09/08/2021 nell’area potenzialmente impattata dalle ricadute degli inquinanti emessi venivano eseguiti campionamenti di top soil in n.10 postazioni identificate dalle coordinate geografiche riportate in tabella e visibili nell’ortofoto seguente’: in base a quali considerazioni si ritiene che l’area potenzialmente impattata dalle ricadute degli inquinanti emessi sia quella individuata? Sarebbe opportuno precisarlo. In ultimo, nel rapporto di prova relativo alla matrice aria, sono riportati valori relativi ad una molteplicità di sostanze ma non sono riportati i valori limite (benché non normati) consigliati da Oms o altre organizzazioni che si occupano di risvolti sanitari relativi all’inalazione di sostanze potenzialmente dannose per la salute”. “Lungi da me voler aprire fronti di sterile polemica ma – conclude Perrino – ritengo che chiedere chiarimenti sia più che lecito pertanto, mi prodigherò a che si dia risposta anche a questi interrogativi, affinché non resti dubbio alcuno sullo sfondo di questo evento nefasto”.

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi