Consorzio Asi, presidio davanti alla Regione Basilicata

Riceviamo e pubblichiamo la nota di CGIL, Sabbatella; CISL FP, Setaro; UIL FPL, Verrastro; USB, Guglielmi;UGL, Di Bello; FINDICI, M. Corbo.

“Si è tenuta nella mattinata odierna una partecipata assemblea dei lavoratori del Consorzio Asi che dal mese di aprile non percepiscono le retribuzioni. Durante l’incontro i lavoratori hanno espresso forti preoccupazioni per la propria sostenibilità economica e il futuro delle proprie famiglie. Come organizzazioni sindacali condividiamo in pieno le ragioni rappresentate dai lavoratori che, nonostante le azioni già messe in campo, a oggi, sono ancora privi degli stipendi. Al termine dell’incontro tenuto con il prefetto di Potenza Annunziato Vardè era stata anticipata la nomina del commissario Fiengo, nomina che è avvenuta prontamente, ma pare che allo stesso la Regione Basilicata non abbia ancora dato gli strumenti per procedere al pagamento delle retribuzioni. Per quanto ci riguarda riteniamo sia l’assessore alle attività produttive Francesco Cupparo a dover dare risposte – d’altronde si era impegnato nel corso della riunione tenuta in prefettura a far pagare subito le retribuzioni arretrate e quelle correnti – e che sia la Regione a dover procedere rapidamente alla costituzione dell’API-BAS e alla nomina del suo amministratore. Per queste ragioni, abbiamo organizzato un presidio per mercoledì 16 giugno, dall9 alle 13, davanti alla sede della Regione Basilicata, per manifestare il grave disagio in cui si trovano questi lavoratori e le proprie famiglie. La Regione Basilicata non può sottrarsi. Sindacati e lavoratori metteranno in campo tutte le azioni necessarie per tutelare i diritti fondamentali di questi uomini e donne che senza soluzione di continuità hanno assicurato i servizi resi dal Consorzio”.

Torna su