Confapi Matera. Sezione Edili: Mario Bitonto eletto Presidente

È giunta al rinnovo la Sezione Edili Confapi Aniem, la Categoria più numerosa di Confapi Matera, che raggruppa gli imprenditori operanti nei settori dell’edilizia e delle costruzioni. Nel pomeriggio di lunedì l’assemblea ha eletto Presidente della Sezione Edili Confapi Aniem il dott. Mario Bitonto, amministratore unico dell’azienda Falbit Srl, operante nei settori edile e ambientale con sede a Ferrandina. Il Presidente Bitonto, che resterà in carica per il prossimo triennio, succede a Claudio Nuzzaci di Nuzzaci Strade Srl, che ha guidato la Sezione negli ultimi anni e che ha ricpoerto anche la carica di Presidente di Confapi Matera. “L’edilizia sarà il motore della ripresa post pandemia” – ha commentato il dott. Bitonto. “Il settore delle costruzioni ha sempre pagato a caro prezzo le crisi del passato; tuttavia, grazie alle sue note capacità anticicliche, la sua inter-relazione con gli altri settori è in grado di trainare la crescita economica del Paese e della Basilicata”. “Negli ultimi anni il settore delle costruzioni è profondamente cambiato” – ha aggiunto il neo Presidente della Sezione Edili. “Oggi prevalgono gli aspetti legati alla sostenibilità ambientale e sociale, all’innovazione tecnologica, alla trasformazione e rigenerazione urbana. Oggi occorre puntare per forza sulla tecnologia e sull’innovazione dei materiali, dei prodotti, dei processi. L’Italia deve recuperare il ritardo rispetto ad altri Paesi e cogliere la sfida della sostenibilità ambientale, della trasformazione green dei modi produttivi, dall’economia circolare, della gestione virtuosa dei materiali di scarto. Sul versante pubblico, tuttavia, occorre semplificazione delle procedure e certezza delle regole. Basti vedere il Superbonus 110%, che non riesce a decollare pienamente proprio a causa della complessità delle procedure”. “In questo periodo quella degli edili è la categoria più penalizzata a causa delle difficoltà di reperimento dei materiali e dell’aumento esponenziale dei prezzi delle materie prime. Per questo motivo dobbiamo dialogare con gli enti preposti al fine di trovare una soluzione a questo serissimo problema”. “Il perdurare di questa situazione, infatti, anziché portare all’apertura di nuovi cantieri potrebbe produrre un blocco totale con gravi ripercussioni sui costi sostenuti dalle imprese. Auspico in tal senso – ha concluso il Presidente Bitonto – un intervento tramite la decretazione d’urgenza che possa dare certezze nell’adeguamento dei prezzi. Chiederemo, pertanto, un incontro alle amministrazioni pubbliche per confrontarci e possibilmente dare un contributo sulla futura programmazione, anche in funzione delle risorse del Recovery Plan. La Categoria vuole essere ascoltata e considerata perché l’edilizia è indispensabile all’economia regionale, occupando circa 12.000 addetti in Basilicata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su