Cgil: «Illegittima la nomina del direttore amministrativo dell’Asm»

I segretari generali della Cgil di Matera, Fernando Mega, e della Fp Cgil di Matera, Massimo Cristallo, hanno sporto formale denuncia alla Procura della Repubblica contro la nomina di Marcello Tricarico quale direttore amministrativo dell’Azienda sanitaria locale di Matera, disposta con deliberazione numero 79 del 16 febbraio 2023. Secondo i sindacati si tratterrebbe di un atto “illegittimo” in quanto il direttore sarebbe privo dei requisiti previsti dalla normativa vigente, e nello specifico dell’esperienza almeno quinquennale di direzione tecnica o amministrativa in enti, aziende o strutture sanitarie pubbliche o private di medio o grande dimensione. Pertanto la Cgil  e la Fp Cgil di Matera, dopo l’esposto alla Corte dei Conti, hanno chiesto alla Procura di verificare che le attività dichiarate nel curriculum da Tricarico siano sufficienti a soddisfare i requisiti per la nomina a direttore amministrativo.

“Il decreto legislativo numero 502 del 1992, infatti, nello stabilire i requisiti per la nomina a direttore amministrativo di Asl, oltre alla laurea in discipline giuridiche o economiche e all’età inferiore a sessantacinque anni, richiede inderogabilmente l’esperienza almeno quinquennale di direzione tecnica o amministrativa in enti, aziende o strutture sanitarie pubbliche o private di media o grande dimensione (unità sanitarie locali, aziende ospedaliere, policlinici universitari, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, dipartimenti, divisioni, servizi e uffici che svolgono attività d’interesse sanitario del ministero della Sanità, delle Regioni, dell’Agenzia per i servizi sanitari regionali, strutture sanitarie complesse dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, Istituto nazionale previdenza sociale e degli enti pubblici che svolgono attività sanitari, case di cura private con un numero di posti letto non inferiore a duecentocinquanta, strutture e servizi sanitari di istituzioni e aziende private che impiegano in attività sanitarie un numero di dipendenti appartenenti alle categorie professionali del ruolo sanitario non inferiore a trecento). Esperienze rispetto alle quali gli organi preposti, su richiesta del sindacato, sono chiamati a effettuare le  dovute verifiche. La Cgil di Matera e la Fp Cgil chiedono intanto la revoca immediata della nomina del nuovo direttore amministrativo, nel rispetto della trasparenza e delle norme che regolano le pubbliche amministrazioni. Copia della denuncia è stata inviata per conoscenza anche al dipartimento Salute della Regione Basilicata”.

radionoff
radionoff
Articoli: 9769