Campagna vaccinale anti Covid-19. Cifarelli bacchetta Bardi e Fanelli

“Il recente report del Ministero della Salute del 30.11.2023 descrive un’impennata di contagi, ricoveri e decessi da Covid-19 sinonimo del fatto che siamo ancora alle prese con questo terribile problema e se questa nuova ondata sembra non essere particolarmente insidiosa per giovani e adulti, non può dirsi la stessa cosa per le categorie più fragili della popolazione e soprattutto per gli anziani. È quanto dichiara il Consigliere regionale del PD. E’ desolante leggere sulla stampa i dati delle vaccinazioni anti-Coronavirus in Basilicata al cospetto dell’impennata dei contagi e delle ospedalizzazioni, indicatore del fatto che i medici e il personale paramedico sono stati lasciati nuovamente da soli a fronteggiare questa situazione, continua Roberto Cifarelli. Delle diatribe politiche che vedono il Presidente Bardi e l’assessore alla salute troppo presi sul versante politico ovvero alla rincorsa della ricandidatura per le prossime elezioni regionali, sottolinea il Consigliere del PD, ai cittadini lucani non interessa niente. Le nomine avvenute di recente ai vertici del dipartimento e dell’ASM non rappresentano alcuna scusa anzi sono la palese dimostrazione di anni di malgoverno della sanità in Basilicata peraltro lasciata con un pesante deficit da dirigenti amici del Presidente Bardi. Di fronte alla solitudine e alla preoccupazione dei cittadini lucani chiediamo a Bardi e all’assessore alla salute di seguire rapidamente le indicazioni del ministero della Sanità sul prosieguo della campagna di protezione dal Covid-19. Eppure il Ministero della Salute, sin dal 3 novembre  c.a. , alla luce di segnalazioni da parte dei cittadini in merito a difficoltà di accesso alla vaccinazione, ha raccomandato alle Regioni di implementare le più opportune misure organizzative atte a garantire una maggiore offerta attiva della vaccinazione alle persone a rischio di sviluppare forme gravi della malattia e di rafforzare le attività di comunicazione e informazione e di rendere possibile ai cittadini la prenotazione della vaccinazione anti COVID-19 tramite piattaforma regionale online. Dunque è evidente che le responsabilità non sono né dei medici e né del personale sanitario  ma tutte di natura politica che vede come principale responsabile il Presidente Bardi, il leghista assessore alla salute e tutto il centrodestra lucano. La Basilicata è stufa di apparire sempre come l’ultima ruota del carro: Bardi a casa, il centrodestra ha fallito la prova del governo”, conclude Roberto Cifarelli.

radionoff
radionoff
Articoli: 9804