Braia: «Celebrazioni per Scotellaro, unire e non dividere. Ogni alba è nuova»

“Siano rispettati sia la memoria che gli insegnamenti del nostro illustre poeta.  Si rispetti la volontà del Consiglio Regionale, che ha approvato una risoluzione con la quale si impegna il Presidente della Giunta e lo stesso Consiglio a favorire il coordinamento delle attività dei comitati esistenti e l’entrata della Regione stessa nel comitato nazionale, oltre che delle azioni e delle attività tra il Comitato nazionale ed il Comitato scientifico regionale e a verificare la possibilità di reperire ulteriori risorse utili a finanziare il programma generale delle celebrazioni. Quando si celebrano personalità di questo spessore, che tutto il mondo ci invidia, si dovrebbe partire da quanto ci ha lasciato e operare nel solco dei suoi principi. La Basilicata può generare molta cultura e indotto a essa connesso se un anno di eventi – nel corso del centenario – vengono vissuti in maniera unitaria, non come oggi, con eventi paralleli e quasi sovrapposti. Il governo regionale assente al Consiglio in cui si è dedicato spazio al Poeta sindaco di Tricarico, e il palesarsi davanti agli occhi delle cittadine e cittadini lucani di organizzazioni parallele di iniziative anche in contemporanea non sono certo situazioni normali. Bardi e Cicala siano capaci davvero di coordinare le attività del centenario nella nostra regione. Si eviti di proseguire con questa falsa partenza, della giornata della ricorrenza, che non rende onore al nostro rappresentante”. Lo dichiara il Consigliere Regionale Luca Braia, capogruppo di Italia Viva Renew Europe.

“Nella giornata di ricorrenza dei 100 anni dalla nascita del poeta Sindaco di Tricarico, Rocco Scotellaro – prosegue Braia – sono stato presente, in rappresentanza delle istituzioni, sia a rendere onore sulla sua tomba che al convegno organizzato dal comitato scientifico a Tricarico. Rocco Scotellaro non è solo un lucano ed esponente della politica ma un esponente che è diventato patrimonio culturale dell’intera Italia. La Basilicata può e deve rappresentare cultura ovunque. Ha inaugurato, durante il suo mandato da Sindaco, quel presidio di civiltà che è l’ospedale di Tricarico e che dobbiamo preservare e tutelare. Rappresenta il riscatto simbolo della nostra terra rurale. Non siamo sempre consapevoli, da rappresentanti politici e  da amministratori, di quella che è la nostra comunità o del fatto che dovremmo sempre lavorare a unire e non a dividere, a prescindere dagli schieramenti politici. Per la comunità lucana è nostro dovere, onorare e rileggere oggi Rocco Scotellaro, interpretarne il senso in chiave moderna. Questo può aiutare noi e le nuove generazioni a riscoprire un’identità e una coscienza di Basilicata su cui dobbiamo ancora lavorare molto”.

radionoff
radionoff
Articoli: 9769