• Come alimentarsi in gravidanza
    In gravidanza bisogna variare il più possibile la scelta degli alimenti, presupposto fondamentale per un’alimentazione equilibrata. Questo perché nessun alimento può essere considerato completo in senso assoluto, ovvero contenere tutti i principi nutritivi (carboidrati, proteine, grassi, vitamine, sali minerali e fibre) nelle quantità necessarie per coprire i fabbisogni della mamma e del nascituro. Se non…
  • Cura per Covid-19: con antinfiammatori o con antivirali?
    Antinfiammatori e antivirali possono essere utilizzati nei pazienti con Covid-19. I primi possono aiutare a ridurre la sintomatologia, i secondi riducono enormemente le probabilità di ricovero e decesso nelle persone a rischio. Ma la narrazione secondo cui l’utilizzo precoce dei primi ridurrebbe del 90% i ricoveri è fuorviante e fuori contesto. Inseriti già nel 2020…
  • Il microbiota intestinale può influenzare l’esito delle terapie?
    Sono sempre più numerosi gli studi che collegano in particolare il microbiota intestinale a patologie come il diabete, le malattie infiammatorie intestinali, la depressione e il cancro Il microbiota, che un tempo veniva chiamato “flora batterica”, è l’insieme dei microrganismi ospitati da ciascun essere umano sin dalla nascita e per la vita. La popolazione microbica che…
  • Miocardite dopo il vaccino per Covid-19 e dopo l’infezione
    Di quanto aumenta la probabilità di una miocardite dopo il vaccino per Covid-19? E dopo l’infezione? È una delle questioni più studiate e dibattute da quando questa condizione infiammatoria del cuore è stata inclusa fra i possibili effetti collaterali della vaccinazione contro il virus Sars-CoV-2. Ora uno studio britannico su quasi 43 milioni di persone,…
  • Cellule, i nuovi farmaci viventi
    Le terapie che si basano sulla somministrazione di cellule modificate in laboratorio sono già realtà. I ricercatori stanno potenziando quelle esistenti e studiando nuove possibilità.Uno dei grandi successi dell’oncologia degli ultimi anni è stata l’introduzione in clinica di una terapia basata sulla somministrazione non di molecole, ma di cellule vive, capaci di riconoscere e distruggere…
  • Nuovi possibili marcatori per la prognosi della leucemia a linfociti T
    I risultati di una ricerca italiana hanno mostrato alcune caratteristiche molecolari che potrebbero essere utili a descrivere meglio l’evoluzione e i sottotipi di una rara leucemia, permettendo così di distinguere questa malattia da un linfoma anch’esso raro della Dott.ssa Valentina Murelli I tumori rari, come sono definiti nell’Unione europea, sono malattie i cui casi all’anno…