“Note dai balconi”: eventi dell’associazione culturale musicale “Parrhesìa”

L’evento  musicale sperimentale è riuscito: far conoscere e scoprire la musica classica anche ad un pubblico di non esperti suonando dai balconi di piazzette di borghi lucani. A realizzarlo l’associazione culturale musicale “Parrhesìa” nata dalla passione di giovani musicisti formati al Conservatorio di Musica Gesualdo da Venosa di Potenza. E’ nato così l’evento, sicuramente il più originale dell’estate 2023- “Note dai balconi” –  realizzato in piazze di grande fascino di Acerenza e Sant’Angelo Le Fratte, due dei borghi lucani più belli d’Italia, emozionando un pubblico prima incuriosito e che brano dopo brano si è lasciato coinvolgere .

Un evento proposto con l’intenzione di coniugare la bellezza dei piccoli borghi lucani, con le loro magnifiche piazzette, i suggestivi scorci e vicoli, con il talento di giovani musicisti del Conservatorio potentino. Così, i balconi si trasformano in piccoli palchi da cui si esibiscono piccole formazioni di musica da camera: al violino Marco Salvato, al flauto Valentina Cannazzaro e Mario Falvella, all’oboe Carmen Di Bello e Luca Marino, al clarinetto Ivan Mentissi e Canio Monaco, alle percussioni Antonio Garaguso. Ogni esecuzione è stata preceduta da una spiegazione del brano o del contesto storico-musicale, da parte di Roberta Lovallo e Marta Lagala (diplomate al Gesualdo Da Venosa), con aneddoti e curiosità su compositori e abitudini sociali del passato. Di seguito la scaletta dei brani proposti: J. S. Bach (1685-1750): Adagio in Sol minore da “Sonata prima per violino solo BWV 1001); B. Campagnoli (1751-1827): Sonata per flauto e violino n. 5; W. A. Mozart (1756-1791): – Andante con variazioni per due flauti – Là ci darem la mano da “Don Giovanni” – Welche Wonne welche Lust, Wenn der Freude Tränen fließen da “Il Ratto dal Serraglio” – Regina della notte da “Il Flauto magico”; B. Crusell (1775-1838): Duetto n. 2 e 3 per clarinetto; Tutte le formazioni hanno poi salutato il pubblico riunendosi su un’unica balconata e intonando le note del Preludio al Te Deum di M. A. Charpentier.

La mission dell’associazione è di riunire musicisti dei Conservatori della regione per dare loro l’opportunità di crescere professionalmente e diffondere una maggiore sensibilità verso tutta la musica, grazie a lezioni-concerto ed eventi che coinvolgono il pubblico. Gli altri appuntamenti: “Concerto di organo a quattro mani” 13 agosto ore 19.30 – Acerenza (PZ), Cattedrale di S. Maria Assunta e S. Canio; “Concerto di organo a quattro mani” 20 agosto ore 20.00 – Potenza (PZ), Chiesa di S. Michele. Tutte le iniziative sono state realizzate grazie al sostegno delle amministrazioni e di generosi sponsor che hanno deciso di credere nell’ambizioso progetto dell’associazione. 

radionoff
radionoff
Articoli: 9775