Immigrazione e inclusione, l’Adoc di Basilicata forma i propri volontari

di Canio D’Andrea

L’A.D.O.C. Basilicata promuove un’iniziativa di formazione per i propri operatori sui diritti riconosciuti ai consumatori stranieri, attraverso la sensibilizzazione sulle problematiche degli stessi e sulle situazioni in cui potrebbero incorrere in quanto tali. 

Il fenomeno dell’immigrazione nasce con l’Essere Umano che, per sopravvivenza o autorealizzazione, lascia la terra nativa per recarsi in luoghi lontani.

Spesso quando ci si trova nella condizione di ‘’immigrato’’ oltre a dover affrontare tutta quella serie di problematiche di ordine sociale, comunicativo, culturale si deve avere a che fare con sistemi economici, giuridici e commerciali differenti.

Muoversi in questo mare magnum di novità senza un’adeguata guida e/o sostegno può risultare complesso; dall’altro lato avere a che fare con le barriere e le differenze di chi viene da lontano può, altrettanto, non essere semplice.

Con la formazione dei volontari l’ADOC di Basilicata si pone l’obiettivo di sanare il deficit organizzativo che finora ha consentito interventi in coda ai processi e non azioni preventive di pianificazione nel settore dell’accoglienza, in cui è forte anche la carenza di risorse umane qualificate e dedicate espressamente al tema. Accoglienza e creazione del senso di Comunità passano anche per la consapevolezza dei propri diritti oltre che doveri. Questi temi saranno trattati attraverso apposita formazione che sarà attivata domani e nei prossimi giorni ai volontari dell’associazione di tutta la Regione.

intervento
intervento
Articoli: 550