Francia. NFP trionfa alle Legislative

Le elezioni legislative in Francia hanno visto la vittoria della sinistra del Nuovo Fronte Popolare (NFP), che nella nuova Assemblea Nazionale, la camera bassa del parlamento, ha conquistato 182 seggi. Il NFP è una coalizione che include il Partito Socialista, il partito ecologista Europe Écologie Les Verts e La France Insoumise di Jean-Luc Mélenchon.

La coalizione centrista del presidente Emmanuel Macron, Ensemble pour la République, è arrivata seconda, ottenendo 168 deputati. Il partito di estrema destra, Rassemblement National, che aveva raggiunto il primo posto al primo turno del 30 giugno, è finito terzo, con 143 seggi nella nuova Assemblea Nazionale. I Repubblicani hanno conquistato 45 seggi; prima delle elezioni, il partito aveva preso le distanze da Eric Ciotti, ancora formalmente presidente del partito, che aveva deciso autonomamente di allearsi con il Rassemblement National. I candidati di Ciotti eletti, incluso lui stesso, sono conteggiati tra quelli del Rassemblement National.

Questi risultati non solo ribaltano quelli del primo turno, ma anche i sondaggi e le aspettative degli ultimi giorni, che vedevano il Rassemblement National come il partito vincente. Nessuna formazione è riuscita a raggiungere la maggioranza assoluta di 289 seggi sui 577 dell’Assemblea Nazionale. Non è quindi chiaro quale tipo di alleanza potrebbe emergere per raggiungerla, se si formerà, e con quali equilibri. L’attuale primo ministro, Gabriel Attal, membro di Ensemble, ha dichiarato che oggi presenterà le sue dimissioni al presidente della Repubblica.

L’affluenza al secondo turno è stata del 66,7 per cento, la più alta dal 1997, con un aumento di oltre il 20 per cento rispetto alle elezioni legislative del 2022. Anche al primo turno l’affluenza era stata del 66,7 per cento, segnando il valore più alto dal 1997.

radionoff
radionoff
Articoli: 9825